Giorno: 16 aprile 2018

ITALIA: SECONDO GIRO ANCORA FUMATA NERA. SI FA STRADA UN GOVERNO DEL PRESIDENTE?

e-quindi-articolo-638x425

Secondo giro di consultazioni infruttuoso per la formazione di un nuovo governo in pratica nulla si è mosso dallo stallo che si è creato dopo le elezioni.

Il problema è che la crisi internazionale con la questione Siria porta all’urgenza di avere un governo nel pieno delle sue funzioni.

Ecco che quindi non vi sarà un terzo giro di giostra ma il presidente sarà orientato a fare delle scelte obbligate che sono:

  1. Mandato esplorativo. Cioè un pre-incarico in pratica designare una personalità che poi cerchi attraverso un proprio giro di consultazioni i voti necessari per la formazione del governo.
  2. Incarico al presidente del senato o della camera, ipotesi istituzionale, che ha un senso in quanto attorno a queste figure un dialogo e un’intesa le forze politiche lo hanno ottenuto.
  3. Un governo tecnico o del presidente, che rispetti alcune scadenza, regga fino alla fine della crisi siriana eventualmente e magari elabori una diversa legge elettorale.

Lo sapremo tra pochi giorni.

Come detto le forze politiche sono sorde a un dialogo, lo abbiamo detto tante volte Salvini non può rinunciare a Forza Italia significherebbe perdere regioni e città importanti e comunque buttare a mare Berlusconi significherebbe da potenziale presidente del consiglio a fare il vassallo di Di Maio.

Il M5s ha lo stesso problema accettare Berlusconi significa accettare la premiership di Salvini. Il problema è questo dunque ed è squisitamente politico e nulla centra la caratura morale dell’uomo, infatti autorevoli esponenti del m5s lo chiamano apertamente “mafioso” o “male assoluto” ma poi da costui percepiscono gli assegni per la pubblicazione dei loro libri. Pecunia non olet, quant’è vero!

Il M5s come detto ampiamente ha provato a sondare il pd, giusto per mettere la strizza a Salvini e fargli mollare Forza Italia, ma non ha funzionato vuoi per la resistenza di ampia fetta del partito che dagli insulti si è visto passare agli elogi addirittura, ma soprattutto la supponenza di alcuni esponenti è vista in maniera fastidiosa come Toninelli che stabilisce in base a una sua personale morale che contribuire alla formazione del governo sarebbe una sorta di redenzione. Se lo dice Toninelli!

Intanto se ci fate caso anche la macchina del fango sembra essersi inceppata, non si leggono più fake news su Facebook contro questo o quello in quanto appunto tutti possono servire alla bisogna.

Come andrà a finire?

Se nessuno dei due potenziali presidenti del consiglio Salvini e Di Maio accettano una figura terza da sostenere, quindi facendo un passo indietro. si potrebbe arrivare a un governo del Presidente da vedere se appunto attraverso una figura istituzionale o magari individuata attraverso la società civile o una personalità di caratura internazionale.


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


hakuna matata

genesisVia G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

 

Annunci