gemellaggio

Archiviato il gemellaggio o meglio l’appuntamento che ha visto confluire a Santa Maria a Vico oltre 100 delegati e non solo da Caspe e Gaillac ma anche da Mirdita Albania e Florina Grecia, queste ultime due non gemellate, ma sono in corso trattive in merito e speriamo vadano in porto.

Non abbiamo potuto partecipare a questi incontri, ma possiamo dire che la sensazione che abbiamo e che sia andato tutto per il meglio. Si è respirata una bella aria europea certamente.

Siamo rimasti un po’ delusi in verità dall’accoglienza data dai giornali di Caspe e Gaillac di questi giorni Santamariani, infatti al momento non vi sono foto o articoli riguardanti questo incontro che a noi sembrerebbero degni di attenzione giornalistica.

Infatti speravamo di leggere quest’appuntamento dal loro punto di vista ma nulla nessuna notizia, né su latarnlibre.com né su la depeche.fr per quanto riguarda Gaillac. Il secondo giornale ci interessa assai, in quanto lo scorso anno di questi tempi pubblicavamo la traduzione di un articolo molto critico nei confronti del gemellaggio con Santa Maria a Vico ed eravamo -e siamo- curiosi di sapere se l’idea era mutata. Proveremo nei prossimi giorni.

Ma pure i giornali di Caspe danno poco risalto alla cosa, anche se su Caspe.es abbiamo trovato un articolo che annunciava questo appuntamento: http://www.caspe.es/encuentro-de-ciudadanos-en-la-ciudad-hermanada-de-santa-maria-a-vico/

Bah contenti loro, secondo noi è una notizia da dare, comunque vedremo se nei prossimi giorni vi saranno delle notizie in merito e renderemo edotto il nostro lettore.

L’unica critica che possiamo muovere a questo evento, ma come dire facendo molto sforzo perché comunque sono giornate importanti che funzionano per il solo fatto di vedersi e vivere assieme per qualche giorno imparando gli uni dagli altri, comunque è questo passaggio che abbiamo letto in un comunicato del sindaco Pirozzi: “Dobbiamo rafforzare i rapporti commerciali, politici e socio-culturali in maniera concreta e non solo di facciata. ”

Ci sembra un bel proposito, ma il punto è rafforzare cosa? Più che altro si tratta di creare, non ci pare vi sia alcuno scambio in questo senso. Purtroppo.

Che poi da un punto di vista commerciale ma onestamente che cosa possiamo scambiare? La patata magenta!?

Troviamo invece molto più proficuo lo scambio socio-culturale, ma pure qui non c’è da rafforzare se prima non si crea.

Facciamo degli esempi: a Gaillac questa settimana si tiene la fiera del libro, si fa ogni anno, Santa Maria a Vico ci va? A Caspe a fine mese c’è l’expo, Santa Maria a Vico ci va?

Oppure vediamo, settimana della cultura, non quest’anno ovviamente, ma il prossimo anno si possono invitare per partecipare? Oppure tutta sta cosa del borgo degli innamorati che state mettendo su, ma si potrebbe dire: hey noi facciamo sta cosa, volete venire o partecipare? E via discorrendo.

Ecco questo ci sembra il modo più proficuo per intessere relazioni con questi paesi. Altrimenti bisogna sempre attendere che l’Europa cacci i soldi.

A concludere non si possono non fare i complimenti alla delegata al gemellaggio Lidia Pascarella così come a Paolo Iaderosa che si sono spesi per far sì che l’evento riuscisse al meglio.


Seguici pure su Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


IMG-20170320-WA0006 Realistic Oktoberfest Poster 02 Print

 

 

genesis

Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

 

Immagine vendesi auto