21231600_1666146256753032_9133768478349133265_n

Pubblicato all’albo pretorio il programma relativo al gemellaggio di Santa Maria a Vico oltre ai noti comuni di Caspe (spagna) e Gaillac (francia) vi saranno anche le new entry di Mirdita (albania) e Florina (grecia).

Ovviamente non si tratta semplicemente di passare del tempo assieme, ma l’obiettivo sarà quello di approfondire un tema che troviamo interessante e cioè: Euroscetticismo: la possibilità di ripensare la nostro essere Europei e della politica dell’immigrazione. Complimenti a chi l’ha pensata perché se davvero il tema verrà sviscerato e non una cosa messa così a caso giusto perché bisogna dare un titolo a questa iniziativa e poi per giustificare i fondi europei elargiti per l’occasione che ammontano a 20 mila euro.

Dunque dicevamo se davvero verrà discusso ne esce fuori qualcosa di interessante.

E’ importante capirsi su questo tema, avere tanti punti di vista su esperienze diverse su questo può essere solo un arricchimento culturale. Teniamo presente poi che proprio la comunità albanese si troverebbe in primo piano per la forte emigrazione che quel paese ha subito nei primi anni 90m per un decennio circa, proprio verso il nostro. Certamente non trattati benissimo, albanese e criminale per i nostri tg era un sinonimo, tanto che non c’era notizia di cronaca senza appunto che uno di questi non faceva qualche malefatta, oggi si raccontano altre storie.
Peccato che nel programma non c’è ma noi avremmo inserito anche la visione del film LAMERICA di Gianni Amelio con l’interpretazione di Enrico Lo Verso e Michele Placido.

Il programma pubblicato è molto stringato possiamo dire che arriveranno il giorno 26 settembre saranno accolti al convento dell’Assunta (abbiate pazienza ma noi complesso aragonese non lo chiameremo mai) parte di loro verrà accolta dalle famiglie. Anche questa ci sembra una bellissima cosa, per ovvi evidenti motivi che non stiamo a sottolineare.

Il giorno seguente il 27 Settembre appunto il meeting sull’immigrazione dal titolo:” Immigrazione e opinione pubblica” ma non sappiamo chi saranno i relatori, sempre nella sala sant’Eugenio del complesso dell’Assunta. Poi nel pomeriggio allo stadio per un incontro di carattere sportivo. Alla sera è scritto rievocazione storica, non è indicata quale, ma pensiamo si tratti niente di diverso da quello che si fa il 13 Agosto; ecco, questo nel chiostro che pensiamo sarà molto suggestivo di sera.

Il 28 settembre gli ospiti potranno scegliere tra visitare la biblioteca oblata oppure andare alla Reggia di Caserta. Onestamente non capiamo cosa ci sia da scegliere!? Reggia tutta la vita, nonostante la biblioteca è un qualcosa di mirabile, ma ci pare improponibile porre questa scelta, anche perché poche cose possano rivaleggiare con la Reggia vanvitelliana. Questo è un peccato, perché appunto questi incontri sono fatti per conoscersi meglio, con Mirdita e Florinia è il primo contatto, era buona cosa magari riuscire a conciliare le due cose e se proprio non si riusciva dare priorità alla biblioteca.

Nel pomeriggio tavola rotonda dal titolo: Problema dell’inclusione dei soggetti svantaggiati e dei migranti. Questo titolo ci convince meno, poi ovviamente dipende come si imposta la discussione. Ma non capiamo la separazione dei migranti dai soggetti svantaggiati, in tanti casi lo sono certamente, sia poi il fatto che si da per scontato che il migrante -cioè sia chi immigra che chi emigra- sia un soggetto svantaggiato. Però lo ripetiamo dipende da come si mette la discussione.

Si chiude la serata con balli e musiche della tradizione popolare napoletana.

Il 29 settembre l’unico tavolo tecnico previsto quello tra imprenditori e commercianti, inevitabile e giusto, se si riesce a creare un occasione di sviluppo da questi incontri tanto meglio. Sarebbe stato utile se pure i sindaci ne facevano uno di tavolo tecnico, magari recependo indicazioni ed idee proprio dall’incontro con i commercianti.

Nel pomeriggio il meeting sull’euroscetticismo e politiche d’immigrazione.

Alla sera cibo da strada, sinceramente non abbiamo capito molto visto che l’unico cibo da strada che si vende è o’ per e o’ muss -di cui siamo degli estimatori-  ma pensiamo si riferisca sempre alla tradizione culinaria napoletana nello specifico.

Il 30 Settembre in mattinata incontro con gli studenti al Bachelet. Nel pomeriggio conferenza finale. Alla sera cena spettacolo. Il 1 ottobre è dedicato alle ripartenze dei paesi ospiti.

Le premesse per un qualcosa di bello ci sono, noi ci auguriamo davvero sia tale.


Seguici pure su Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


IMG-20170320-WA0006 arminio hakuna matata

 

genesis

Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

Immagine vendesi auto