E’ stato approvato dalla giunta di Santa Maria a Vico con delibera n°134 il documento unico di programmazione anno 2017-2019. Documento interessante redatto dallo stesso comune,  in quanto fornisce molte informazioni attuali riguardo il comune e sulle eventuali strategie dell’amministrazione comunale. E’ un documento però un po’ complesso da digerire quindi noi lo pubblicheremo in modo che se qualcuno ci fa notare qualcosa di interessante siamo pronti a prendere nota.DUP_documento_unico_di_programmazione

Quello che possiamo rilevare di interessante e curioso, anche per questione di brevità,  è l’andamento demografico. Infatti il comune perde qualche unità passando da 14.139 a 14.022 abitanti sono aumentate le nascite rispetto alle morti di 13 unità, ma è il saldo migratorio che influenza il dato, infatti sono più quelli che lasciano che quelli che arrivano portando un saldo negativo a -130. Attenzione per flusso migratorio non si intendono i migranti sul gommone, ma cittadini da ogni parte, pure da Napoli per esempio, che si trasferiscono a Santa Maria spostando la propria residenza. Basta farsi un giro per rendersene conto e vedere quanti affittasi e vendesi si trovano sui balconi, quello che non capiamo è come mai si continua a costruire come se non ci fosse un domani.

Interessante la sezione erogazione di servizi, soprattutto la voce Asilo Nido con un bel 0! Appena qualche tempo fa abbiamo contestato la dicitura Asilo Nido vantata tramite comunicato dall’amministrazione comunale e ora proprio il comune di Santa Maria ci dice che avevamo ragione! In verità il comune di Santa Maria come tutti quelli della Valle di Suessola si sta operando per i servizi per l’infanzia che sono un’altra cosa, seppur importante e necessaria, rispetto all’asilo nido. Certo dire asilo colpisce di più l’immaginario collettivo..

Da un punto di vista di gestione economica viene valutato come fuori media nel 2015 i Residui attivi e i Residui complessivi spese correnti, mentre nel 2014 oltre questi parametri si doveva aggiungere i debiti fuori bilancio poi rientrati nella media nel 2015.

 

Per quanto riguarda il fabbisogno finanziario viene detto che è preponderante quello derivante dalle opere pubbliche cercando di reperire fondi a costo zero e importante anche le necessità finanziarie per le politiche sociali e finanziarie del comune in quanto capofila dell’ambito C2. Riguardo l’ambito il comune lamenta una continua diminuzione dei trasferimenti di enti sovracomunali in particolar modo del Fondo Solidarietà Comunale.

Per quanto riguarda l’attivo patrimoniale nel 2015 le disponibilità liquide sono di 2.021.245,18€ circa i crediti invece ad oltre 13 milioni di euro! Quello che troviamo curioso, ma ammettiamo la nostra ignoranza in materia, è perché non si pigliano quei soldi e fare un sistema di videosorveglianza visto che come dichiarò il sindaco il tutto costerebbe circa 150 mila euro.

Per quanto riguarda il personale questo è ciò che è scritto nel documento:

“L’impiego di 48 unità di personale su 66 previste comporta un notevole sforzo profuso da ciascun addetto, nell’esecuzione dei compiti assegnati. Con Deliberazione giuntale di approvazione del fabbisogno di personale si è cercato di mitigare il disagio, ricorrendo ad assunzioni a tempo determinato, finanziate dai proventi da violazioni al Codice della Strada e da buoni lavoro erogati dalla Regione Campania.”

Interessante le attività culturali che si intendono realizzare:

“Si darà corso alle seguenti attività
􀂷 istituzione Museo Civico – rassegna teatrale
􀂷 elaborazione di progettualità per il recupero e la valorizzazione dei siti di interesse storico, artistico, religioso,
archeologico e la promozione dei prodotti tipici dell’agro-alimentare e/o tradizionali del Comune di Santa Maria a
Vico e della Valle di Suessola in generale;
􀂷 organizzazione di manifestazioni di promozione turistica e culturale in economia o mediante sponsorizzazioni.
􀂷 realizzazione rassegna teatrale;
􀂷 rivalutazione di spazi operativi con potenziamento dei servizi internet (Biblioteca);
􀂷 predisposizione Regolamento manifestazioni pubbliche ed attuazione a regime della Consulta eventi
􀂷 gemellaggio
Verrà realizzato un museo nei locali della ferrovia EAV
Dipendenti impiegati presso l’Ufficio Cultura
Impiego di fondi per il raggiungimento degli obiettivi previsti”

Il punto è come? Visto che i fondi per la cultura sono alquanto irrisori?

Altra cosa che ci salta all’occhio per quanto riguarda la raccolta differenziata il comune ci fa sapere che si intende passare dal 66% al 80%. Qualcuno avvisi però chi ha scritto questo documento perché appena pochi mesi fa l’assessore crisci vantava una differenziata al 75%!

http://albopretorio.netminds.it/dettagliAtto.asp?Id=55440 


Immagine

al P.co De Lucia in Santa Maria a Vico (CE)

Immagine

clicca e scopri le meraviglie di GE.PA.

 

inaugurazione pizzeria gourmetsesto senso