Il Ciuccio affronta il Diavolo campione d’Italia nel suo inferno prima della sosta chiamiamola breve, visto che ci sarà una molto più lunga che andrà da Novembre a Dicembre.

Un Napoli ancora privo di Osimhen che vede come contro i Rangers Raspadori in avanti.

Il primo tempo il Milan gioca bene e meglio, non va avanti solo per un grande Meret che con l’aiuto di San Gennaro ci mette la manina e devia sulla traversa.

Comunque inutile dire che il Napoli ha un giocatore straordinario come Kvara che non sembrerebbe in giornata stoppato spesso dai difensori milanisti ma dai e dai li carica di ammonizioni e Pioli è costretto a cambiare nel secondo tempo marcatura sul georgiano. E qui cambia la partita. Proprio il georgiano si procura un rigore che “l’interista” Politano si incarica di battere malissimo, qui ancora San Gennaro si deve sciogliere per far passare il pallone sotto la pancia del portiere milanista.

Il secondo tempo è più equilibrato ma il Milan trova il pareggio con un Giroud servito benissimo da Theo che si beve Zerbin come un aperitivo e serve un pallone invitante e stavolta Meret già protagonista di altre parate non può farci nulla.

Ma è il secondo gol del Napoli davvero bello con Simeone che subentra a un evanescente Raspadori che riceve palla non riesce a girarsi ha tre milanisti addosso, difende, scarica su Mario Rui e si fionda in area per prendere il cross, colpo di testa e gol!

Ma le emozioni non finiscono con ancora San Gennaro che devia un pallone sicuro in rete sulla traversa che starà ancora tremando.

La partita finisce con un Napoli cinico e un pizzico di aiuto divino che non guasta. Siamo primi alla sosta con dietro Atalanta e Udinese, sarà un ottobre alquanto divertente.

Le pagelle del Pungiglione

Meret 7: strepitoso, sempre più sicuro delle sue qualità, nel primo tempo tiene a galla la baracca, nulla può sul gol.
Di Lorenzo 6: subisce Theo ma cerca lo stesso di scendere sulla fascia per creare alternative di gioco
Rrahmani 6.5: non è facile tener a bada Giroud e ci riesce spesso e volentieri così come su Tonali.
Kim 7: ha fatto dimenticare Koulibaly e abbiamo detto tutto
Rui 7: ottima partita il cross per la testa dell’argentino è bello e buono come un cioccolatino
Anguissa 7: ancora una volta una partita di grande quantità.
Lobotka 6.5: fa un po’ di fatica nel primo tempo, ma poi come un diesel migliora e macina km e passaggi preziosi
Zielinski 6: si fa notare per qualche tiro che però non va a buon fine.
Politano 6.5: rigore tirato davvero male, però segna e va bene così.
(Zerbin 5.5): non è serata
Raspadori 6: cerca spazi ma non riesce sempre a liberarsi della marcatura rossonera
(Simeone 7): fantastico, entra e segna.
Krava 7.5: non sembrava serata, ma poi carica i difensori milanisti uno alla volta di gialli che li costringe a essere “morbidi” nel secondo tempo, si procura il rigore e insomma giocatore fondamentale.

Nota Statistica

Gol numero 377 in assoluto per un argentino napoletano che in questo modo raggiunge i brasiliani napoletani e probabilmente verranno pure superati. Con la vittoria n°29 in A Spalletti raggiunge Ancelotti. ma ha ancora dei punti in meno 93 contro i 100.