Il calcio è un gioco meraviglioso, mai ci stancheremo di ripeterlo.

Succede che una squadra, che dice a chiacchiere di lottare per lo scudetto, in vantaggio per due gol, nel giro di una decina di minuti, gli ultimi proprio, si trovi a prendere 3 gol e addio pure alle chiacchiere.

Lo avevamo detto nell’articolo precedente questo sulla serie A che il Ciuccio aveva un finale di stagione agevole ma avrebbe dovuto incontrare subito il Real Empoli che già ci aveva castigato all’andata.

Partiamo subito male con delle maglie da prima comunione inguardabili, ma appunto bianche come la noia, senza verve. Come i calciatori del Napoli che sono tutti bravi tecnicamente e ci mancherebbe, ma hanno zero personalità e quando il gioco si fa duro loro si ammosciano.

Inutile parlare della partita, lo si evincerà dalle pagelle.

Perdere fa parte del gioco, ma perdere in questo modo è vergognoso. Noi speriamo che la società in primis pigli i giocatori uno a uno e dica chiaramente chi vuol restare e chi andare via, sia chiaro è un discorso che De Laurentis deve però fare prima a se stesso.

Sapevamo che questo gruppo si trovava nei primi posti in classifica per la qualità media di questo campionato e non per veri e proprie capacità, ma ancora una volta: non così!

LE PAGELLE DEL PUNGIGLIONE

Meret 1: è un giocatore certamente bravo, ma a Napoli non ha mai dimostrato di essere a suo agio con qualsiasi allenatore. Quell’errore è terribile e parliamo di uno da Nazionale. Che poi spiega tante cose.
Zanoli 6: il voto è dovuto al fatto che non è artefice dello schifo che abbiamo visto, ma nel primo tempo ha fatto una gran fatica. Comunque qualcuno da cui ripartire.
Rrahamani 3: leggero, distratto, spesso in ritardo.
Jesus 3: ha fatto diventare Cutrone un Benzema.
Rui 3: un panchinaro che ci mette di certo tanto cuore quando gioca, ma quello è buono in qualche singola gara, magari per la salvezza, ma a puntare alto ci vuole gente di altro e alto livello.
Anguissa 3: un Montolivo nero. Senza una spalla che sia Lobotka o Demme soffre terribilmente.
Ruiz 3: spettatore non pagante in posizione privilegiata.
Lozano 6: lotta moltissimo, ottimo l’assist per lo 0-1. Però anche lui quest’anno distratto e incostante e deve decidere che vuole fare.
Mertens 6: C’è. Come sempre. Bello il primo gol, l’assist per Insigne per lo 0-3 è sbagliato. Sarà un caso, ma esce lui e la partita si trasforma in un film di Dario Argento.
Osimhen 6: bello il velo per il vantaggio, anche lui lotta tanto e ci prova.
Insigne 6: bello il gol del secondo tempo senza inventarsi tiri strani, ma andando al sodo. Gioca comunque bene fino a che resta in campo.

NOTA STATISTICA

L’ultima vittoria dell’Empoli in questo campionato risale al 12 dicembre 2021. Ovviamente contro il Napoli.