Il calcio estivo del Napoli fino a quest’anno è stato sempre caratterizzato da alcuni elementi fissi. Per i tifosi squadra fortissima lotta per lo scudetto sicura, qunate volte abbiamo sentito: se il palazzo non si mette in mezzo stavolta è fatta! Per gli addetti ai lavori squadra impresentabile non degna nemmeno di iscrizione se finisce nei primi dieci è un miracoli. Tutti in coro: Pappò cacci e sord!!!!

Poi la verità del campo e che il Napoli ha sempre, tranne forse un paio di stagioni in tutto, lottato per lo scudetto e un paio di volte è arrivato davvero vicino a conquistarlo.

Oggi però sembrano tutti convinti che il Napoli sia in difficoltà e che tutte le colpe ricadano sul capo di Meret.

Il Pappone, come affettuosamente chiamato da parte della tifoseria, non ha mai fatto acquisti da far tremare il mercato. Spesso e volentieri ha individuato dei giovani campioni che poi da adulti effettivamente si sono rivelati tali.

Il mercato del Napoli come abbiamo detto la volta scorsa si fonda sulla scommessa di alcuni acquisti che si spera maturino divenendo i campioni del domani.

Però notizia di qualche giorno fa ecco che De Laurentis ti fa il suo colpo di scena acquisendo per 18 milioni il primo sudcoreano della storia dal Fenerbache tal Kim Min-Jae.

Questo acquisto sposta il bilancino verso il negativo a -6 milioni visto che il totale degli acquisti è di 59 milioni, mentre le cessioni sono di quasi 53 milioni.

Avanza di tanto anche il dato del valore degli acquisti arrivando a 114 milioni ma lontano da quello delle cessioni che è di 133 milioni.

Potremmo azzardare una formazione:

Mertet

Di Lorenzo Rrahamani Min-Jae Olivera

Anguissa Lobotka

Lozano Zielinski Kvara

Osimhen

Il calcio estivo del Napoli non è finito, ma mancano due settimane all’inizio del calcio vero.