La linea Ferroviaria riaprirà nel 2026!

Poi uno dice che ce la teniamo con determinati politici. Giammai!

Noi non abbiamo alcun titolo o spessore per poter parlare delle persone, ma ne abbiamo, semplicemente in quanto cittadini, per parlare di atti, omissioni, di dichiarazioni di persone politiche.

Ancora una volta ordunque ci troviamo a dover soffermarci sulle sciagurate dichiarazioni dell’assessore ai trasporti Clemente Affinita, o meglio all’assessore all’efficientamento dei trasporti su rotaia e mezzi pubblici.

E’ notizia di alcune ore che il sindaco di Benevento Clemente Mastella ha annunciato la riapertura della ferrovia caudina nel 2026! A prescindere dal modo in cui questa notizia è stata diffusa, un post su Facebook, e non dall’organo preposto, ma è l’orizzonte temporale che fa rabbia! Nemmeno un anno fa si parlava di riapertua in Settembre 2022 se non prima!

Le dichiarazioni

Ricordiamo le sempre improvvide dichiarazioni di cotal assessore Affinita nei primi giorni di ottobre 2021 addirittura si parlava di una data di riapertura della linea ferroviaria in marzo 2022:

Questa data agli addetti ai lavori era già nota, dovrebbe essere primavera 2022. Questa scadenza già sarebbe un grande successo visto le difficoltà in essere. I lavori stanno continuando, quindi siamo fiduciosi che verranno rispettati i tempi. Colgo l’occasione per annunciare da qui a poco,  l’ apertura di diversi tavoli istituzionali per verificare lo stato dei  lavori. Ovviamente siamo preoccupati non solo per i pendolari, ma anche per i lavoratori della ” Valle Caudina ” da troppo tempo privi di certezze,  ai quali esprimo la mia solidarietà . 

Che è successo ai diversi tavoli? Forse, semmai queste “riunioni” si siano mai tenute, non bisogna aprire tavoli, ma le bocche e possibilmente non a vacante.

Il comunicato stampa

Ma ricordiamo un comunicato stampa dell’amministrazione comunale di Santa Maria a Vico alla fine di ottobre 2021:

A tal fine, su iniziativa dell’Amministrazione Comunale, sono stati svolti una serie di incontri con i responsabili EAV, in particolare con il Direttore Operativo Centrale l’Ing. Pasquale Sposito, il quale ha rassicurato sul rispetto dei tempi previsti dalla tabella di marcia.Inoltre, si avvisano i cittadini che è giunta presso gli uffici comunali una comunicazione da parte di Eav, contenente il Cronoprogramma per le attività, dove è specificata la fine dei lavori, per il 20 settembre 2022.

Nel giro di qualche giorno si passò dal dichiarare apertura della linea in primavera 2022 a 20 settembre 2022!

Non è finita.

L’Assessore delegato Clemente Affinita ha dichiarato: “La riapertura della linea Benevento-Cancello è un’opera importante e di grande portata, che come controaltare alla lunghezza dei tempi prevede la realizzazione di impianti all’avanguardia, con servizi di smart station, la rimozione di barriere architettoniche e interventi green per la drastica riduzione dei consumi e dell’impatto ambientale del servizio di trasporto pubblico.”

Yeah! Smart Station baby! Impianti all’avanguardia oh yeah! Interventi green all right!

Tutte cose belle, ma non ci passano i treni. Giusto un piccolo dettaglio. Vabbé la linea ferroviaria riaprirà nel 2026!

Il perché vogliamo le dimissioni

Ora ad un’assessore che dichiara pubblicamente e appare in comunicazioni ufficiali del comune che lui sta visionando, sta aprendo i tavoli, magari servendoli pure, che è rassicurato ha visto il cronoprogramma cosa possiamo dire?

Una sola parola: DIMISSIONI!

Non è certamente colpa dell’assessore o dell’amministrazione comunale se è stato deciso così e cioè che la linea ferroviaria sarà chiusa fino al 2026.

Ma l’assessore ha dichiarato che stava avendo rapporti con l’Eav proprio su questa questione. E allore due sono le cose: 1. questi incontri non ci sono mai stati. 2. Se ci sono stati o l’assessore non ha capito cosa stava succedendo e/o non ha avvisato i cittadini di quello che si è deciso.

In entrambi i casi noi possiamo solo dire sempre una sola parola: DIMISSIONI!

La città ha bisogno di un’assessore che non parli a vacante ma faccia cose, magari le faccia pure male, ma faccia e non dica che è tutto sotto controllo e poi tutto sfugge.

Assessore Clemente Affinita si dimetta per il bene di tutti, pure per il suo.