Il gruppo consiliare Ad Maiora, rappresentato dai consiglieri Pasquale Iadaresta e Vincenzo Moniello, a seguito delle numerose e ripetitive dichiarazioni rese dal primo cittadino di Santa Maria a Vico ad organi di stampa, intendono con la seguente “lettera aperta” ad Andrea Pirozzi , evitare l’insorgenza di confusione nei cittadini e fare luce sulle reali motivazioni della costituzione del gruppo.

“Gentile Sindaco,

apprendiamo con stupore e meraviglia a mezzo comunicato stampa, che la sua scelta circa “ la revoca delle deleghe fiduciarie” a noi attribuite, costituirebbe attuazione della sua volontà di attribuire ai sottoscritti, “… autonomia completa…”. Apprendiamo altresì che secondo la Sua visione “ censoria” la legittima costituzione da parte dei sottoscritti del gruppo consiliare “AD MAIORA” oltre che essere “PRIVA DI SENSO” costituirebbe un modo “SBAGLIATO” per cercare una maggiore “visibilità”.

Ebbene i sottoscritti Iadaresta Pasquale e Moniello Vincenzo ritengono opportuno nonché necessario fare la dovuta chiarezza rappresentandole quanto segue: nella fase di costituzione della lista Civica Città Domani, si è avuto il garbo e la SENSIBILITA’ di unire uomini e donne con percorsi ed esperienze diverse, che provenienti da Partiti e/o Percorsi Politici differenti hanno trovato sintesi nella civicità, accomunati da un obiettivo di base “Il bene della nostra città e dei nostri cittadini”. Questo obiettivo che ha contraddistinto e contraddistinguerà la nostra azione politica ed amministrativa ha subito però “malgrado noi” una deviazione su fatti a Lei ben noti, e riferiti a questioni che non attengono la condivisione di scelte politiche e/o programmatiche, ma sono da riferirsi a questioni che attengono a fatti che “sia pur legittimi” riguardano la sfera  privata di singoli Consiglieri Comunali, e che ribadiamo sono da ritenersi “ POLITICAMENTE INOPPORTUNI”, ed atti al limite della comprensibilità amministrativa che ci obbligavano, così come ci obbligheranno, ad esprimere in assoluta libertà il nostro dissenso.

Sia chiaro che, se per tutelare e rappresentare i cittadini Sammaritani, e per affermare la nostra assoluta trasparenza, la nostra correttezza politica e la nostra libertà di pensiero, dovessimo operare scelte dolorose  e costituire un gruppo consiliare, allora le ribadiamo Sig. Sindaco che lo faremo non una ma 100 – 1000 volte.

Per quanto poi da lei asserito in merito a questioni riferite alla nostra visibilità amministrativa e politica, teniamo a precisare che, come Lei ben sa ( e che per amore della verità dovrebbe confermare) il gruppo “AD MAIORA” non ha mai avanzato alcuna richiesta personale, anche se contestualmente ci appare opportuno richiamare la sua sensibilità politica in merito al rispetto degli accordi da Lei voluti ed alle condizioni da Lei dettate e da tutti i Consiglieri Comunali accettate unanimemente circa:

  1. La rotazione degli incarichi assessoriali alla scadenza dei 18 mesi dal primo insediamento della Giunta Municipale;
  2. L’affermazione del criterio della rotazione medesima (fermo restando i tempi di cui sopra) in base alle preferenze ricevute da ciascun consigliere comunale eletto.

Cordialmente

 

Pasquale Iadaresta

Vincenzo Moniello


Immagine

al P.co De Lucia in Santa Maria a Vico (CE)

Immagine image-12-10-16-01_23 genesis