Un weekend di grande sport accoglie la primavera, tanti protagonisti vecchi e nuovi che salgono alla ribalta con ancora una volta in copertina a stappare il tappo dei trionfi azzurri Marcell Jacobs. Il suo record europeo in semifinale, poi migliorato in finale, dove al fotofinish fa piangere gli americani, apre una due giorni indimenticabile con un susseguirsi di vittorie anche inaspettate.

Qua è là per il mondo si trionfa, oltre che nei Mondiali Indoor di atletica, nella ginnastica ritmica e nella ginnastica artistica, si gioisce per l’ennesima vittoria in coppa del mondo di Sci a conclusione di un’annata memorabile soprattutto in campo femminile e poi le due più inaspettate: dopo 7 anni, e 36 sconfitte consecutive, l’ ital -rugby torna al successo nel Sei nazioni mentre dopo più di 900 giorni la Ferrari fa risuonare le ormai ammuffite campane di Maranello conquistando il GP del Bahrain per una combinazione di successi, che nello stesso fine settimana, non si verificava dal lontano marzo 2004, gli eroici tempi di Schumi e Barrichello da una parte e dei fratelli Bergamasco dall’ altra.

Passato un po’ in secondo piano il campionato di calcio, nonostante lo spettacolo giallorosso nel Derby di Roma. Una serie A che va a fermarsi per l’ultima sosta dell’anno con il Milan padrone del suo destino nella corsa verso il tricolore. E mentre Napoli e Juve non mollano, l’Inter sembra ormai avviata verso un finale di campionato anonimo. Dal fondo riscatto ligure con le vittorie di Genoa e Samp ad animare una lotta salvezza in cui la Salernitana ha ormai alzato bandiera bianca e il Venezia sembra caduto dentro una spirale senza fine.

“PALLONATE DI GIORNATA”

  • Tammy Abraham segna dopo 55 secondi ma metà curva della Roma non ha visto la rete. Stavano ancora alle prese con la coreografia.
  • Un gol, un punto e un dente in meno. Bilancio niente male per un eroico Torreira
  • A Venezia dopo una partita incolore Henry decide di farsi espellere. Paolo Zanetti ha preso il secondo comandamento e lo ha fatto a brandelli tuonando contro il suo giocatore e il suo Creatore.
  • Manolo Portanova dovrebbe essere il primo giocatore, sottoposto a misura cautelare, ad aver segnato il suo primo gol in A.
  • Domanda che con coraggio dobbiamo farci:

Siete pronti a vedere l’Italia non qualificarsi per i Mondiali di calcio per la seconda volta di seguito?

Luigi Ferrara