Ci sono due cose che l’essere umano ha inventato e che secondo noi meritano di essere raccontate sempre e comunque: lo sport e la musica.

Due cose che presuppongono il confronto con l’altro e con se stesso.

La musica in particolar modo è un qualcosa di molto speciale, non ha importanza la lingua con cui una canzone viene scritta, potrebbe anche non avere parole o avere un linguaggio inventato, ma arriva direttamente al cuore. Fateci caso, anche se non conoscete l’inglese, il francese e via discorrendo sapete benissimo se quella è una canzone che parla d’amore, di dolore, patriottica, erotica, o ha un tema scherzoso.

Perché la musica arriva direttamente al cuore e all’anima.

Non è un caso che nell’immaginario collettivo il paradiso viene immaginato come un’immensa orchestra con gli angeli a fare da coro.

Motivo per cui nonostante la guerra, il male, la sofferenza, la morte … Noi parleremo di musica e di Eurovision in modo particolare, perché questa manifestazione nasce per avvicinare i popoli tramite appunto l’invenzione più bella dell’Uomo. La musica non riuscirà mai a fermare un conflitto tra nazioni solo gli uomini possono farlo, ma la musica può ispirare gli uomini nel fare la cosa giusta.

Eurovision la cui finale si terrà a Torino il 14 maggio. Un’edizione che ovviamente sarà dedicata alla pace, l’Ucraina sarà presente con la sua delegazione e i Kalush Orchestra con Stefania. La Russia invece dopo pesanti pressioni dei paesi baltici e scandinavi, ma non solo, ha costretto l’EBU ad escludere la delegazione dall’evento. Ma di questo e dei rapporti Ucraina-Russia all’Eurovision ne parleremo un’altra volta.

Sarà un’edizione questa di Torino in cui il tricolore sarà molto presente, oltre Mahmood&Blanco vincitori a Sanremo con Brividi, ci sarà anche Achille Lauro con Stripper che ha vinto il festival “Una Voce per San Marino” e quindi rappresenterà il piccolo stato europeo, ma ci sarà anche Emma Muscat con I am What I Am avendo vinto il Mesc (il festival dell’isola) che molti italiani conoscono per aver partecipato nel 2018 ad Amici di Maria De Filippi, ma anche gli austriaci LUM!X e Pia Maria presenti con Halo hanno orgini italiane, in ultimo interessante il video dell’Estone Stefan con Hope che presenta un video musicale che fa l’occhiolino agli spaghetti western, di Leone in particolare.

Il gruppo certamente più conosciuto tra i 40 paesi in gara è certamente quello finalndese dei The Rasmus che presentano Jezebel, gruppo che una decina di anni fa sbancò con In the Shadows.

Quindi noi si comincia e cercheremo almeno una volta a settimana di presentare qualcosa per prepararci al meglio alla più bella e pazza festa dei popoli.

Alcuni video degli “italiani” citati: