Angelo-Vassallo

Cambio della toponomastica a Cervino. La piazza antistante la scuola dell’infanzia di Messercola non sarà più chiamata “Vanvitelli” ma bensì “Piazza Angelo Vassallo – il sindaco pescatore”.

Iniziativa dell’assessore Felice De Matteo che vede il voto unanime della giunta comunale. 

Salutiamo con favore questa iniziativa.

Angelo Vassallo è un esempio della lotta a quella nefandezza chiamata camorra che purtroppo inquina le nostre terre, e non permette ai cittadini volenterosi di fare commercio o impresa in maniera competitiva oramai da secoli. Angelo Vassallo non solo si è opposto, fino al sacrificio estremo, ma pure ha dimostrato come una comunità ben amministrata e libera dai vincoli camorristici può diventare volano di una sana economia e produrre lavoro e benessere.

Valle di Suessola non è immune da fastidiose infiltrazioni camorristiche o da amministrazioni che riescono a mettere in ginocchio comunità da sole pure senza aiuti della criminalità organizzata. Questa intitolazione a un personaggio così mirabile è piacevolmente sorprendente.

Un bravo certamente a Felice Di Matteo che oltre a bofonchiare cose incomprensibili in consiglio comunale, quelle rare volte che piglia la parola, ha stavolta avuto un encomiabile proposito.

Come molti dovrebbero sapere, ma ci pare di capire che non sanno e ci riferiamo al post che abbiamo letto sulla pagina Facebook di Forza Cervino, è possibile intitolare vie o piazze a personaggi dopo 10 anni dal decesso. Fanno eccezione, quindi con possibilità di intitolare vie e piazze a a chi sia deceduto da meno di dieci anni, a quei personaggi che siano distinti per particolari benemerenze.

Quello che ci lascia perplessi nella delibera è questo passaggio: ” Di dare atto che, nonostante l’impostazione erronea circa la competenza dell’organo deliberante, la presente delibera è di competenza della Giunta comunale;”

ora è chiaro che la competenza a deliberare è della giunta, ma l’ultima parola spetta in questa materia al Prefetto di Caserta. Nel caso in cui si dovesse agire autonomamente, cioè senza il consenso del prefetto, la delibera può essere annullata.

Almeno secondo noi.

E’ evidente che Cervino ha “prodotto” sindaci che meriterebbero certamente l’onore di essere ricordati in toponomastica locale e ci riferiamo a Carlo Piscitelli e Giovanni Piscitelli. Ma come detto c’è bisogno che trascorrano i dieci anni dal decesso previsti dalla legge.

Con tutta probabilità, ciò sarà oggetto di modifica della prossima amministrazione comunale.



Seguici pure su Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


IMG-20170320-WA0006 assicurazione autohakuna matata

 

immaginegepa
CLICCA E NAVIGA IN www.ferramentagepa.it

 

genesis
Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325