Stamani ci siamo fatti un giro sulla pagina FB del gruppo Viva Cervino pensando di trovare dei video sulla presentazione di ieri pomeriggio, ma non ne abbiamo trovati, speriamo che siano stati realizzati e vengano caricati, altrimenti pazienza.

Però una cosa interessante l’abbiamo trovata ovvero il programma seppur breve della lista e lo abbiamo letto e analizzato.

Ovviamente appena Siamo Cervino pubblicherà il suo programma faremo lo stesso.

Tornando a noi, il programma di Viva Cervino si compone di tre direttrici fondamentali: intervento a breve termine, intervento a medio termine e piano regolatore.

Tra quelli a breve termine segnaliamo gli interventi per la scuola come ad esempio l’agibilità di tutti i plessi scolastici. Cosa buona e giusta ma indica un problema importante per Cervino in quanto un elemento come l’agibilità che dovrebbe essere un fatto tecnico diviene un punto di carattere politico-programmatico.

Poi ancora la creazione di un servizio scuola bus, ottima cosa anche questa se però il servizio sarà comunale e non affidato a privati.

Altra cosa che ci ha colpito in termini positivi il punto sulla lotta all’evasione con l’intenzione di destinare il “tesoretto” eventuale alla riduzione delle aliquote comunali ma è comunque ovvio che se pagano tutti, si dovrebbe pagare di meno.

Il programma a medio termine invece ci lascia un po’ perplessi. Ad esempio si dice che sarà promossa la presenza sul territorio di aziende non inquinanti che operano nel campo della logistica con larga capacità occupazionale. Con tutto il rispetto non capiamo con la voglia dire e soprattutto quante aziende stanno bussando alle porte del comune per entrare, per aziende si spera non sia il solito mega supermercato. Immaginiamo ci sarà un regolamento in merito.

Altro punto che non capiamo è il richiamo in servizio dei dipendenti in pensione almeno fino a che non si vanno ad emanare bandi per nuove assunzioni. Quello che non capiamo non è tanto il provvedimento in sé ma è evidente che si tratta di una problematica emergenziale e meglio sarebbe inserire questo punto negli interventi a breve termine e non prendersela con calma.

Sull’ambiente invece ci sarà lotta all’elettrosmog … E basta. Sarebbe stato più interessante un qualcosa detto sui rifiuti, gli incendi boschivi a tutela dei preziosi ulivi.

Punto stavolta assolutamente condivisibile: di risolvere il problema degli allagamenti.

La terza direttrice è quella sul piano regolatore. Interessante la parte in cui si parla di valorizzazione delle colline con zone destinate ad alberghi, agriturismo ecc. Tutto bello, ma attenzione al consumo di suolo, perché se si costruiscono cose si toglie spazio alle coltivazioni.

Ci pare un programma che cerca di risolvere delle problematiche che riguardano la cittadinzna in tanti ambiti, poi si può essere in accordo o meno è pur sempre un programma elettorale ed è per questo che si fanno le elezioni.


SPAZIO ELETTORALE: