STEMMA COMUNE

Consiglio comunale con un unico punto quello tenutosi stamane a Cervino il passaggio dall’ambito C2 al consorzio. Un solo punto in quanto come ha spiegato il sindaco De Lucia la Pec da Santa Maria a Vico con la bozza di statuto e altro necessario a un voto del consiglio non è giunta in tempo utile e per evitare il commissariamento dell’ambito. Commissariamento che secondo De Lucia avrebbe portato all’annullamento di quei servizi in ambito sociale che al momento vengono offerti.

Un consiglio che doveva fluire con una certa rapidità, in fondo lo è stato appena 30 minuti, ma sono state portate delle notizie alquanto interessanti che meritano di essere riportate.

De Lucia rispondendo ad alcune perplessità poste da Vinciguerra ha svelato come il comune di Santa Maria a Vico nell’ultima riunione dell’ambito ha espresso la volontà di non voler essere più comune capofila. Secondo De Lucia seppur informalmente attraverso conversazione telefoniche con il sindaco di Arienzo Guida e Santa Maria Pirozzi, si arriverà a una gestione del consorzio più partecipata da parte di tutti i comuni. Il consorzio serve anche a questo.

Altra notizia interessante riguarda il parere del revisore dei conti in merito.

All’albo pretorio è stato pubblicato il parere del revisore che qui riportiamo. Per quello che abbiamo capito noi il parere sfavorevole è dovuto visto il parere del Responsabile del Servizio Interessato che è “favorevole limitatamente ad €29.449,54 relativi al bilancio 2016-18 delibera di CC n.34/2016”, siccome la quota dovuta dal comune di Cervino è 50.770€ ecco che secondo il revisore non vi è copertura.

E’ stato letto dal sindaco il parere del Revisore dei Conti in consiglio comunale che non è molto piaciuto alla maggioranza, il sindaco stesso ha stigmatizzato il comportamento del revisore definito quale scrivano che non conosce la realtà del comune. Il revisore come detto ha dato parere sfavorevole per la copertura finanziaria. Il sindaco ha in pratica contestato la dicitura “sfavorevole”, in quanto a suo dire era più corretta l’espressione “parzialmente sfavorevole”. Questo perché -se interpretiamo bene le parole del Sindaco in consiglio- in pratica il revisore prima ammette che Cervino ha dato all’ambito quasi 30 mila euro su 50 mila e poi non tenendo conto di questo sforzo non semplice per le martoriate casse comunali dà pure un esito sfavorevole.

Per quello che abbiamo capito noi, è potremmo facilmente sbagliare in merito, il comune di cervino è coperto fino a quasi 30 mila euro, mancherebbero all’appello il resto per arrivare a poco più di 50 mila. Abbiamo capito bene?

Comunque pensiamo che presto si scioglieranno i dubbi in quanto la minoranza tutta ha chiesto formalmente un incontro proprio con il revisore dei conti.

Il passaggio dall’ambito al consorzio passerà con i voti favorevoli della maggioranza e l’astensione della minoranza tutta con l’eccezione di Caturano di Forza Cervino in quanto assente.

Alla fine della seduta in maniera informale Angela Valentino ha chiesto al sindaco se vi sarà un cambio in giunta per adeguarsi alla legge sulla parità di genere. De Lucia ha risposto che su questa problematica si sta valutando in merito.

Giuseppe Vinciguerra aveva proposto per evitare difficoltà di un cambio in giunta visto che dovrà entrare una donna e uscire un uomo, ma anche per risparmiare uno “stipendio”, che si “elimini” un assessorato. Ci pare però una boutade che non può essere presa in considerazione in quanto la quota di genere deve essere rappresentata al 40% almeno e la soluzione prospettata da Vinciguerra non risolve il problema.

LINK: rev-conti


Immagine

al P.co De Lucia in Santa Maria a Vico (CE)

immaginegepa
CLICCA E NAVIGA IN http://www.ferramentagepa.it

genesis hakuna matata

 

 

 

 

 

 

 

 

tombolata