comunicato

Nasce l’Accademia Calcistica Arienzo, “AC Arienzo”, un laboratorio sportivo per i giovani: ieri, lunedì 12 settembre, l’approvazione in Giunta. La Società, che vede come socio fondatore il Comune di Arienzo, partirà dalla Scuola Calcio riservata ai bambini fino ai dieci anni di età. L’iscrizione sarà gratuita per i residenti sul territorio comunale. Si tratta di un primo passo, che precede l’ampliamento dell’offerta con
ulteriori opportunità sportive. Gli allenamenti si svolgeranno all’interno dello Stadio Comunale “Pasquale Ferrara”, in cui, oltre all’utilizzo dell’intero rettangolo di gioco, è stato ricavato un piccolo campo da calcetto. Precedentemente, la struttura era stata oggetto di lavori, consistenti nella creazione di una stanza di primo soccorso, nella costruzione di una nuova recinzione e nella sistemazione di spalti e spogliatoi, come interventi principali finalizzati alla piena agibilità. Gli iscritti saranno seguiti da
istruttori dotati di affidabilità e delle migliori competenze in ambito calcistico, fermo restando che gli interessati, in qualità di soci o allenatori, potranno ancora farsi avanti per aderire all’ambizioso progetto. “L’organigramma è in fase di completamento -hanno dichiarato il sindaco Giuseppe Guida e l’Assessore allo Sport Luigi Verdicchio -, ma contiamo di arrivare alla sua definizione a stretto giro. Nel frattempo, abbiamo deciso di annunciare l’iniziativa e di farla partire quanto prima, essendo uno dei nostri principali propositi fin dal nostro insediamento. Abbiamo, da sempre, attribuito un grande valore allo Sport, ritenendo che, nella sua pratica, siano racchiusi sani valori, insieme a momenti di crescita, educazione e di aggregazione. In questi due anni di amministrazione, abbiamo dato il via ad una serie di eventi e
manifestazioni di stampo sportivo e tante altre sono, tuttora, in programma. Ci siamo focalizzati soprattutto sulla garanzia di accessibilità al maggior numero di persone possibile, privilegiando, dunque, la gratuità, con l’obiettivo del massimo coinvolgimento della cittadinanza. Ora siamo ad un punto di svolta. Abbiamo scelto di iniziare dal calcio, ma è solo il principio e rispondiamo a una precisa richiesta dei cittadini. Siamo intenzionati ad allargare l’offerta, dando altre scelte ugualmente valide. Superata questa fase, con la realizzazione della Cittadella dello Sport, ci muoveremo in quella direzione e verso tutte le attività previste, quali nuoto, padel e tennis
”.