consiglio_comunale

Consiglio comunale ieri ad Arienzo con tre punti all’ordine del giorno che è filato liscio come l’olio senza particolari intoppi.

Assenti per la maggioranza il vice Vincenzo Crisci e il giovane esponente dell’Uga Francesco Crisci. Mentre tra i banchi della minoranza presenti Cangiano (assente Medici) e Guida per i rispettivi gruppi, assente Assunta D’Addio. Totale 8 consiglieri, più il sindaco.

Assenza questa tra le fila di ArienzoèTua che avalla le voci, che al momento sempre tali rimangono, di un qualche dissidio interno alla compagine di maggioranza. Al momento non ci iscriviamo in questo club, ma un po’ la cosa ci ha fatto drizzare le antenne.

Per la cronaca si è votato sulla ratifica della convenzione associata dell’ufficio del giudice di pace, il comune di Arienzo con questa ratifica ha un notevole risparmio visto che rispetto al passato che aveva due dipendenti in organico ora ha due LSU.

Si è approvata poi lo statuto e regolamento della protezione civile, si è aperto un piccolo siparietto in quanto Domenico Cangiano ha fatto notare come all’interno del documento invece del comune di Arienzo viene riportato il comune di Acquasparta. Un refuso capitato certo nel copia-incolla.

Tutti i punti sono passati all’unanimità.