Carmine Palmieri si è dimesso sia da consigliere comunale sia di conseguenza da leader dell’opposizione, per quanto questa a suo dire sembra un fatto scontato, per dare la possibilità ad altri, in questo caso a Clemente De Lucia, di poter sedere in consiglio comunale. In un momento di difficoltà della maggioranza con voci di azzeramento della giunta, di ricambio del presidente del consiglio e soprattutto con la questione dei ritardi degli stipendi ai dipendenti comunali, con tanto di sciopero proclamato per il 9 Luglio, un ente che per alcuni consiglieri di minoranza e alcune forze politiche esterne al consiglio, è considerato ormai sull’orlo del dissesto, il leader dell’opposizione, anzi ex, non riesce a fare altro che dimettersi. Una mossa curiosa. Certo è un gesto…