IL PREMIO PUNGIGLIONE D’ORO VERRA’ ASSEGNATO IL 23/12/21 ALLE ORE 12:00


Ultima domenica pallonara di questo lungo ed entusiasmante, calcisticamente parlando, 2021; le “luci a San Siro” si accendono per l’acciaccato Napoli che, tanta era l’ emergenza, Spalletti si è presentato in panchina con le scarpette ai piedi.

L’ Inter continua la sua corsa dilagando a Salerno con i granata, che non solo vedono la Serie B ma, cosa ben peggiore, intravedono anche il ritorno di Lotito alla presidenza.

Mentre la lotta per l’Europa si fa sempre più interessante le ultime giornate hanno messo in mostra bomber azzurri ormai dimenticati. Il 2022 si aprirà con i play-off mondiali e nella nostra sfera di cristallo “pezzotta” prevediamo già il 24 marzo la Nazionale presentarsi al Renzo Barbera di Palermo con la coppia d’attacco Gabbiadini – Scamacca e Mattia Destro in panchina.

Oggi concludiamo anche il nostro 2021 sul blog, ritorneremo nel 2022 a tutti i lettori più affezionati di questa rubrica vanno i miei più cari auguri di Buon Natale.

PALLONATE DI GIORNATA

  • Dopo le festività natalizie vorrei risorgere fisicamente come ha fatto Juan Jesus negli ultimi 3 mesi.
  • Smalling è tornata da Bergamo con 3 punti, il pallone e le chiavi della macchina di Zapata.
  • L’ultima partita della Juventus vinta con la Nebbia era stata contro la Longobarda di Oronzo Canà.
  • In Spezia – Empoli autoreti di Marchizza e Nikolau, due ex di questa partita. Evidentemente non gli hanno detto di aver cambiato squadra.
  • Mazzarri con la sua difesa a 5 più un mediano in copertura è più vecchio della televisione in bianco e nero.

Luigi Ferrara