Lo spostamento dei Vigili nella scuola media Leopardi porta da sempre allo scontro oramai da un anno a questa parte tra l’amministrazione e i genitori.

L’ultima diatriba è la delibera n°178 del 12 Ottobre che ci informa di un bel po’ di cose, ovviamente alquanto confuse.

Innanzitutto il fatto che in una delibera che riguarda la scuola seppur di edilizia parliamo, di ristrutturazione, il fatto che sia assente l’assessore competente non è proprio cosa buona, ma avrà avuto certo i suoi impedimenti.

Il titolo della delibera è chiaro: Approvazione progetto definitivo intervento di riqualificazione dei locali dell’ala est al piano terra della scuola Giacomo Leopardi da adibire ad uffici per la polizia municipale. 

Quindi si evince che c’è poco da fare, l’amministrazione ha deciso, i locali verranno sistemati e utilizzati per accogliere la polizia municipale.

Siccome leggendo la delibera si apprende che compito di questa amministrazione è: “l’ottimizzazione delle risorse” leggesi alla napoletana lo sparagno, e che bisogna: “risolvere le necessità logistiche del comando di Polizia Municipale” leggesi lo sparagno passa per il trasloco nella scuola dei vigili.

Poi comincia la delibera a essere poco esatta e confusa, almeno secondo noi. Dapprima si dice che la scuola grazie alla riqualificazione dell’Appia quasi ultimata (non è finita ancora?) ha dato centralità all’edificio. O veramente? Ci pare che la centralità la scuola l’abbia avuta da sempre.

Lo spostamento della segreteria -si legge- rende disponibile ambienti per la didattica. Ma come? Mo i vigili non ci vanno più?

Più in avanti è scritto che da ricognizione fatta il comune può utilizzare alcuni ambienti dell’ala est per ospitare il comando di polizia municipale. Si ma quali? quanti metri quadri? Di questi ambienti liberati poi alla didattica quante stanze o metri quadri verranno lasciate? Boh non si sa.

Però una cosa la sappiamo, che la famosa sala consiliare che avrebbe permesso anche di essere polifunzionale per convegni ecc., non potrà farsi, pare per via degli incontri avutisi con l’Istituzione Scolastica, ma non vengono specificate le motivazioni. Ergo il progetto che a Giugno doveva costare 200.000€ oggi scende a 117.000€ circa.

Ora questa istituzione scolastica, evidentemente ha concertato con il comune e ottenuto pare una concessione non di poco conto, quindi vuol dire che è d’accordo con tutto il resto? Insomma l’Istituzione Scolastica una parola su questa vicenda che va avanti da un anno, in maniera ufficiale la vuole dire?

Il tutto verrà finanziato dal Comune con mutui.

La nostra posizione in merito lo abbiamo detto tante volte è la seguente: la scuola deve essere scuola, il comando di polizia municipale deve essere il comando. Se proprio non è possibile tenere separate le due cose, non vediamo un dramma questo spostamento dei vigili. Certo però che visto che il comune voleva spendere 200.000€ magari si potrebbe comprare un appartamento da adibire alla bisogna visto che a poche centinaia di metri ci sono locali in vendita che potrebbero essere utili. Per quanto riguarda i genitori dovrebbero se vogliono realmente contrastare questa situazione raccogliere le firme per un referendum consultivo o abrogativo. L’istituzione scolastica dovrebbe finalmente dirla una parola ufficiale in merito.

Però gli interrogativi sono tanti: quanti ambienti precisamente sono stati liberati? Quanti verranno adibiti alla didattica e quanti al comando? Cosa ha portato alla rinuncia della sala consiliare? Cosa pensa la preside di tutto ciò? Le opposizioni sono pro spostamento o contro? Stessa domanda a questo punto va fatta pure al duo Ad Maiora.

VOTA il sondaggio https://pungiglioneblog.com/2016/11/04/referendum-costituzionale-il-nostro-sondaggio/


Immagine

al P.co De Lucia in Santa Maria a Vico (CE)

Immagine
CLICCA E NAVIGA IN http://www.ferramentagepa.it
hakuna matata
genesis
Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325