Domani cominciano i festeggiamenti in onore della Madonna Assunta di Santa Maria a Vico, a voler essere brevi domani comincia la festa di Santa Maria a Vico.

In questi ultimi anni sono nate proprio nel territorio vicano, feste e festicciole, alcune rispolverate dopo quasi 40 anni di oblio.

Ovviamente fare una contrapposizione tra feste e comitati è cosa sciocca che lasciamo agli sciocchi.

Segnaliamo che la “festa” oramai da anni sta subendo una mutazione, non sappiamo quanto voluta, assolutamente piacevole. Ci spieghiamo. Tutte queste feste patronali nostrane hanno un canovaccio ben stabilito: riti religiosi con l’apparata della chiesa, allumata bella, o cantante, e’ fuoc. Stop. Basta leggere la brochoure per rendersi conto che la Festa dell’Assunta è un’altra cosa che va al di là dei punti canonici sopra elencati.

Passiamo al rito religioso: Oramai è da anni che viene celebrata una preghiera per e con gli immigrati, quanti siano i posti in Italia a far questo non lo sappiamo, ma pensiamo non molto numerosi visto che il momento storico attuale è contrario alla presenza fisica di tali spesso sfortunate persone. Nella stessa giornata del 13 santa Messa dell’emigrante ed immigrato, con la lampada votiva che per quest’anno tocca al sindaco di Cervino De Lucia accendere. Anche qui come si può notare si trascende completamente da Santa Maria a Vico per coinvolgere tutta la Valle di Suessola. Il giorno 15 è tutto dedicato al momento religioso soprattutto all’espressione popolare, sia con i numerosi carri che arriveranno alle 12,30 circa, sia con la realizzazione del Mosaico del Pellegrino alle 6,30. Alle 11 Santa Messa presieduta dal vescovo di Acerra Di Donna. Il 17 la Madonna dell’Assunta verrà portata in piazza per ovvie ragioni pratiche, visto che alle 19:00 ci sarà la messa degli ammalati in Piazza Aragona. Oramai era impossibile per il santuario contenere al suo interno una massa di persone enorme e ben si è pensato ad utilizzare la Piazza. Ci sarà sicuramente chi si lamenterà del fatto che la statua della Madonna ultimamente “esce di casa” troppo spesso, ma la festa dell’Assunta è oramai come il festival di Sanremo qualcosa di negativo bisogna dirlo per forza, così uno sembra più intelligente.

Passiamo ora agli eventi laici: Innegabile il fatto che la festa ogni anno vuole sempre più soffermarsi sul periodo medievale. Ecco il corteo aragonese il giorno 13 con gli “Errabundi musici” assolutamente straordinari. Domenica 14 “La Compagnia della Rosa e della Spada” presenterà la scherma medievale in piazza. Martedì 16 Agosto sarà la volta del tiro con l’arco con gli arceri de “Il Normanno”. Le serate pure sono ricche il 13 saranno gli sbandieratori ad allietare fedeli e pubblico. Il 14 si esibiranno artisti locali. Il 15 lo spettacolo nazionale dei burattini. Il 16 sarà Monica Sarnelli cantante italiana interprete straordinaria della musica popolare napoletana.

Ci scusiamo se abbiamo tralasciato qualcosa ma gli eventi sono tanti.brochoure

Un piccolo appunto lo dobbiamo fare al comitato festeggiamenti. Crediamo sia un errore non aver adeguatamente segnalato lo spostamento di data del corteo dal 14 al 13 Agosto. Lo diciamo perché questo evento, ma invero tutta la festa dell’Assunta, si ritrova nelle guide turistiche religiose. Lo sappiamo che strappiamo dei sorrisi per quello che stiamo per dire, ma infondo il riso abbonda sulla bocca degli stolti, ma questa Festa dell’Assunta è un evento che va al di là di Santa Maria, della Valle, e oserei dire della provincia di Caserta, c’è gente che si sposta e organizza il proprio itinerario turistico-religioso anche in vista di questo appuntamento.

Un piccolo plauso sempre al comitato festeggiamenti, che da anni oramai rifugge al facile gioco di una festa mangereccia per attirare gente, ma cerca sempre elementi innovativi e tenendo ferma la rotta verso una festa completamente incentrata sul medioevo anche se a piccoli passi, forse troppo piccoli.

Un appunto lo facciamo all’amministrazione comunale che ha dato giustamente il patrocinio, ma oltre questo potrebbe essere un po’ più attiva. Nessuna indicazione della festa è riportata sul sito istituzionale, male molto male. Incredibilmente stamani chi è uscito con l’auto da Piazza Aragona non ha potuto più farvi ritorno, infatti da Via Calzaretti dalle 11:00 almeno era presente un’isola pedonale,  via Novanese è impraticabile, via Caudio con senso vietato da chi viene dalla nazionale, ma insomma un piano traffico per permettere i lavori in sicurezza e per gli i cittadini pareva brutto?


 

Immagine

 

Immagine inaugurazione pizzeria gourmetsesto senso