COMUNICATO STAMPA

ARIENZO, SI INSEDIA LA COMMISSIONE TOPONOMASTICA: NOMINE, LINEE GUIDA E INCONTRI CON CADENZA SETTIMANALE

Si è insediata nel pomeriggio, alle ore 15, la Commissione toponomastica del Comune di Arienzo. Prima convocazione per questo importante organismo, che ha portato, su proposta del presidente del Consiglio comunale e membro della Commissione Antonio Rivetti, all’elezione all’unanimità del presidente e del vicepresidente, individuati, rispettivamente, nel sindaco Giuseppe Guida e in Mario Guida, dirigente scolastico in pensione. La Commissione è, inoltre, composta da Luigi Verdicchio, Michele Rivetti, Lelio Castorio, Vincenzo Crisci, Domenico Cangiano e dall’ing. Francesco Perretta, oggi sostituito da Anna Sgambato, presente su sua delega e in qualità di segretaria. I membri sono stati nominati con deliberazione del Consiglio comunale, riunitosi in sessione straordinaria il 17 marzo scorso, ed è proprio in quell’occasione che si è stabilito di fissare il primo incontro nella giornata odierna, con l’intento di dare il via ai lavori il prima possibile. Nello specifico, oggi, sono state dettate le linee guida da seguire nelle prossime riunioni, che avranno cadenza settimanale per velocizzare al massimo i risultati. Tante le strade di Arienzo che attendono una denominazione di cui sono prive da tempo e, in tal senso, la Commissione si è già mossa stilando una bozza contenente alcune proposte, che hanno l’obiettivo di rinnovare la memoria di grandi persone distintesi, in vari campi, nel loro cammino di vita e divenute parte del patrimonio storico – culturale italiano. “Una strada – ha dichiarato il primo cittadino e presidente Giuseppe Guida –  attraverso un nome acquista una sua precisa identità. Non solo. Cercare la giusta denominazione è compito impegnativo, ma pieno di soddisfazioni se riesce, come intendiamo fare, a conciliare quella identità con una finalità istruttiva ed educativa, diretta soprattutto alle nuove generazioni, alle quali lasciamo un’eredità importante anche attraverso un nome e la storia che racchiude. È nostra intenzione, quindi, svolgere questo lavoro con celerità, ma anche con grande attenzione, facendo le nostre ricerche e selezionando con cura. Lo dobbiamo a tutti i nostri concittadini, che hanno aspettato a lungo un passo in tale direzione”.