La vittoria è arrivata e questo è importante, anche il punteggio è importante sebbene eccessivo rispetto a quello che si è visto in campo, arriva anche Osimeh al gol che anche questo è importante, ma latita sempre il gioco e nei prossimi giorni abbiamo un trittico terribile con Milan, Juventus e Roma e diciamola tutta se facciamo 0 punti non sarebbe nemmeno uno scandalo per come stiamo giocando. Anche se, siamo una squadra così schizofrenica che si regge sul dato fisico ed emotivo dei singoli che potremmo pure fare 9 punti.

Per il momento lottiamo ancora per un posto in Champions.

LE PAGELLE DEL PUNGIGLIONE:

Ospina 7: Rientra dopo un bel po’ e si fa trovare pronto, soprattutto contro Palacio e sempre su Palacio poteva arrivare il patatrac con un rinvio che sembrava sbagliato ma in termini di regolamento aveva ragione il colombiano.
Di Lorenzo 7: Ancora un’altra bella partita molto propositivo in attacco.
Rrhamani 6: Non attento sul colpo di testa di Palacio che poteva mettere la partita su cattivi binari, bravo a fare il fuorigioco che porta ad annullare il gol del Bologna.
Koulibaly 6.5: Ritorna in difesa stavolta con la testa apposto, a inizio partita si inventa pure una rovesciata.
Ghoulam 6.5: Sembrava ritornato a correre sul quel corridoio di campo, invece ancora un’infortunio dispiace tanto.
(Hysaj) 6.5: E’ scarso, lo sappiamo, però fa il possibile e stavolta anche qualcosa in più
Ruiz 6: Buona partita, non si capisce perché non abbia tirato una bomba delle sue all’inizio per andare in vantaggio
Demme 6: La classica buona partita dettando come sempre i giusti tempi, meriterebbe un voto in più se non fosse per l’errore che porta al gol i bolognesi.
Politano 6.5: E’ decisamente in palla, sbaglia ad angolare troppo il tiro del raddoppio, ma meriterebbe miglior fortuna quando alla ripresa si fa 60 metri di corsa palla al piede e riesce a coordinarsi benissimo per un tiro forte e preciso che il portiere prende non sa manco lui come.
Zielinski 8: Non segna, ma non serve segnare per giustificare un voto alto, basta anche giocare in maniera superlativa con due assist al bacio, in particolare il primo di tacco per Insigne, mettiamoci una condizione fisica pure non eccelsa.
Insigne 8: Doppietta, ma oltre questo anche una partita di quantità e qualità.
Mertens 6: La sua sola presenza in campo mette in apprensione la difesa avversaria, ma è ancora acciaccato e si vede.

NOTA STATISTICA: Con questa doppietta, la nona in serie A, Insigne firma il 78° e 79° gol sempre in massima serie raggiungendo e superando Sallustro e Cavani e portandosi a -2 da Maradona, al momento è il quinto maggior realizzatore del Napoli in Serie A e quest’anno è anche il capocannoniere stagionale della squadra con 13 gol.