Bellissima serata, davvero se si lasciano gli artisti liberi di creare escono fuori cose fantastico, motivo per cui lo show televisivo non ci piace, tutto concentrato in tante cose trascura poi l’elemento chiave che sono le canzoni in gara. Ieri anche è successa ancora una cosa del genere con un buon ritmo con i primi tredici, ma poi ci si è persi per strada e l’ultimo artista si è esibito attorno alle 2 di notte ed è davvero un peccato.

Visti che le canzoni sono tante ben 26 passiamo direttamente alle pagelle degli artisti di ieri in ordine di uscita.

LE PAGELLE DEL PUNGIGLIONE:

NOEMI – NEFFA, PRIMA DI ANDARE VIA: 3. Non è da tutti riuscire a sbagliare la propria canzone, Neffa completamente sfasato, Noemi salva la baracca, ma forse si gioca Sanremo dopo ieri.
FULMINACCI-PACI-LUNDUNI, PENSO POSITIVO: 7. Tutto molto bello e molto ironico da incorniciare il passaggio di Lundini.
FRANCESCO RENGA – CASADILEGO, UNA RAGIONE DI PIU’ 4: Non abbiamo voluto sfottere Casadilego vestita con la tenda del circo in quanto pensavamo ci fosse qualche problema fisico e non volevamo appunto sfottere, no invece è stata proprio una scelta. Assurdo. Come assurdo che Renga abbia dimenticato come si canti.
EXTRALISCIO feat DAVIDE TOFFOLO – PETER PICHLER, ROSAMUNDA (medley) 10: Non si può descrivere, qualcosa che va ascoltato o visto, sono stati magnifici.
FASMA – NESLI, LA FINE 5: Problemi di microfono condizionano la performance di Fasma, ma non è che quando funzionano poi le cose vanno meglio.
BUGO – PINGUINI TATTICI NUCLEARI, UN’AVVENTURA 6: Se l’avesse cantata solo Bugo sarebbe stato qualcosa di disastroso, ma per fortuna arrivano loro come dei supereroi e salvano tutto.
FRANCESCA MICHELIN – FEDEZ, E ALLORA FELICITA’ (medley) 4: Vogliono fare i simpatici e ci riescono come una cirrosi epatica.
IRAMA, CIRANO 7: Peccato, ancora che non si possa esibire dal vivo, ben interpretata questa versione del “difficile” Guccini.
MANESKIN – AGNELLI, AMANDOTI 10: Meravigliosi, danno a questo brano fortissimo di suo una nuova vitalità.
RANDOM – THE KOLORS, RAGAZZO FORTUNATO 1: No sense, no voce, no alchimia.
WILLIE PEYOTE – SAMUELE BERSANI GIUDIZI UNIVERSALI 6: Bersani è una sicurezza, Peyote cerca di non dar fastidio, ma a mio avviso doveva dare qualcosa in più.
ORIETTA BERTI – LEDEVA, IO CHE AMO SOLO TE 10: Fantastica poco da dire, interpretazione struggente.
GIO EVAN – I CANTANTI DI THE VOICE SENIOR, GLI ANNI 6: Se cantavano solo i the voice senior sarebbe stato molto meglio.
GHEMON – I NERI PER CASO, L’ESSERE INFINITO (L.E.I.) (medley) 8: Un bel tuffo nel passato, bravi come sempre I Neri e Ghemon si inserisce benissimo.
LA RAPPRESENTANTE DI LISTA – RETTORE, SPLENDIDO SPLENDENTE 7: Grande energia, bellissimo vedere la Rettore sul palco.
ARISA – MICHELE BRAVI, QUANDO 10: Anche in questo caso, si può dire solo bravi una performance eccelsa.
MADAME, PRISENCOLINENSINAINCIUSOL 5: Non porta nessuna novità, non ci mette niente di suo.
LO STATO SOCIALE – FANELLI . PANNOFINO – LAVORATORI DELLO SPETTACOLO, NON E’ PER SEMPRE 10: Bellissimo e forse la cover più azzeccata visti i tempi, poi uno dice che fanno a fare Sanremo, basta ascoltare questo pezzo per dars una risposta.
ANNALISA – POGGIPOLLINI, LA MUSICA E’ FINITA 8: Molto elegante. molto ben cantata.
GAIA – LOUS AND THE YAKUZA, MI SONO INNAMORATO DI TE 10: Davvero bella ed emozionante.
COLAPESCE E DIMARTINO, POVERA PATRIA 7: Anche in questo caso gran bel pezzo ben eseguito.
COMACOSE – RADIUS- MAMAKASS, IL MIO CANTO LIBERO 5: A livello vocale niente proprio prestazione piatta, ma musicalmente notevole.
MALIKA AYANE, INSIEME A TE NON CI STO PIU’ 7: Bella, ben eseguita, molto elegante, ho rivisto la vera Ayane.
MAX GAZZE’ – SILVESTRI, DEL MONDO 7: Bravi anche se mi sarei aspettato osassero di più conoscendoli.
EERMAL META – NAPOLI MANDOLIN ORCHESTRA, CARUSO 10: Meta è un fuoriclasse non sbaglia nulla, e ieri ha forse messo il sigillo su questo Festival. Vittoria meritata.
AJELLO- VEGAS JONES, GIANNA 1: Come struppiare una canzone.

Quindi classifica generale completamente stravolta dal terzo posto a scendere, ormai si è capito che si tratta di una storia tra Annalisa ed Ermal Meta a meno di clamorosi sviluppi.