Ci fa davvero piacere pubblicare un articolo del Corriere del Mezzogiorno che ha avuto la brillante idea e fortuna di intervistare un grandissimo Maestro della musica nativo di Santa Maria a Vico che tra un paio di settimane compirà 77 anni, Claudio Mattone.

Noi a suo tempo gli conferimmo il Pungiglione d’oro.

Per chi fosse a digiuno di musica e non conoscesse questo grande artista, citiamo alcuni dei suoi capolavori che certamente sono noti come: A città e Pulecenella, il musical Scugnizzi, Le ragazze e Sentimento Pentimento dei Neri per Caso, Non ci sto e Sei tu di Syria, le canzoni di Indietro Tutta e Quelli della Notte, il clarinetto di Renzo Arbore, Ma che freddo fa, il cuore è uno zingaro, e tanti tanti altri. Ha scoperto letteralmente Sal da Vinci e Syria ha scritto per Endrigo, Nada, Di Capri, De Crescenzo, Proietti, Arbore, Mannoia, Zero, Mietta, Montesano, Tosca e altri che adesso non ricordiamo.

Nella bella intervista del corriere c’è anche un interessante scoop e cioè la possibilità di avere un nuovo Scugnizzi, da quello che abbiamo capito, leggendo tra le righe, il musical sarebbe pronto ma ci vorrebbe una produzione adeguata non facile da trovare in questo periodo di Pandemia.

Davvero complimenti al Corriere e questo link per leggere l’intervista del Maestro:

Mattone: «Lancerò nuovi Scugnizzi» – CorrieredelMezzogiorno.it