Dopo la brutta prestazione in Coppa Italia, si ritorna al campionato contro il Genoa con la bella notizia che non gioca Insigne, ma la brutta che non gioca manco Koulibaly. Infatti al primo affondo genoano la difesa si scioglie come burro e Pandev in versione core ngrato segna dopo un pasticcio Maksimovic-Demme e si è clamorosamente sotto dopo che le battute iniziali avevano fatto vedere un buon Napoli con un bel tiro di Zielinski ribattuto da Perin.

Perin che sarà ancora fondamentale contro un tiro teso a mezz’aria di Lozano. Ma è il Genoa a raddoppiare e alla seconda discesa sempre Pandev la butta dentro con una difesa a dir poco imbarazzante. Attenzione è vero che manca Koulibaly ma qui non si tratta di meccanismi di gioco ma manca aggressività e marcatura che dovrebbero esserci con o senza Kalidou.

Nel primo tempo bisogna pure segnalare il palo di Petagna e si comincia a pensare alla dea bendata, quando invece si dovrebbe pensare ad un gioco sterile contro una squadra mediocre.

Il secondo tempo non cambia il canovaccio, il Napoli attacca, il Genoa si difende in buon ordine, con un Perin che ha deciso di cacciare la scienza e pare che la partita finirà così, pure Insigne subentrante prende un clamoroso palo imbeccato benissimo da Lozano. Ma appena qualche minuto dopo ecco Politano che in qualche modo riceve un rimpallo in area e la mette dentro di giustezza. Ma è troppo tardi.

Da segnalare un’ultima azione in area con Rui toccato che va giù ma l’arbitro non lo giudica da rigore. Certamente per i tifosotti un sospiro di sollievo che così potranno prendersela con il Nord e il palazzo che non ci vuole fare vincere lo scudetto.

Dal canto nostro, vediamo una squadra imbarazzante, dietro facciamo ridere, il Genoa si è presentato timidamente in avanti e non sa manco come ha trovato due gol. Il gioco offensivo si regge sul dinamismo dei singoli che su schemi e qualità di gioco.

LE PAGELLE DEL PUNGIGLIONE

Ospina sv: nessuna colpa sui gol per il resto non impegnato.
Di Lorenzo 5.5: si propone, buon il tandem con Politano, ma non azzecca un passaggio o cross che sia uno.
Manolas 5: brutta gara, Pandev sembra non dimostrare i suoi 37 anni e le movenze da trattore, solo perché il greco è fermo, si fa pure male!
(Rrahamani) 6: di fiducia, visto che la difesa ora dovrà fare affidamento su di lui per le prossime gare.
Maksimovic 5: è scarso ma talmente scarso che Maksimovic è divenuto nuovo sinonimo.
Rui 5.5: mette un bel cross sulla testa di Petagna che porta alla traversa, poi smette di farli e comincia a tirare a casaccio con palloni che si perdono in curva, tranne uno che esce di poco, ma quando mai il portoghese è stato goleador? Dubbi sul fallo da rigore, ma comunque poco.
Demme 5.5: non benissimo il primo tempo, non si capisce con Pippa Maksimovic, ma lo sa pure lui che è scarso e quindi certi passaggi a vacca se li deve aspettare, pure sul secondo gol è assente. Meglio il secondo tempo prova pure il tiro insidioso.
(Bakayoko) 6: entra a una decina di minuti dalla fine e fa bene recuperando palloni preziosi.
Elmas 6: gioca bene, meglio lui che Ruiz, ma quel tiro in area piccola alle stelle no, non se po’ guardà
Politano 6.5: dalla sua fascia arrivano le azioni pericolose e qualche volta pure dai suoi piedi, gli arriva fortunosamente il pallone giusto e non lo sabglia.
Zielinski 5.5: un po’ come a scuola, è bravo si impegna, ma potrebbe fare di più. Bello il tiro del primo tempo rinviato da Perin
(Insigne) 6.5: Non trova molti spazi ma cerca di proporsi in ogni parte del campo è pure sfortunato colpendo il palo.
Lozano 5.5: lotta, come sempre si carica di falli, serve anche un bel pallone a Insigne e lui stesso ci prova durante la gara senza fortuna, però sta pagando un mancato turnover.
Petagna 6: un altro lottatore, serve buoni palloni non sfruttati, sfortunato sulla traversa,
(Osimeh) 6: ha bisogno di minuti è evidente, non è ancora al meglio, poteva già metterla dentro dopo qualche minuto ma la spara clamorosamente alto.

NOTA STATISTICA: 60esima partita per Gennaro Gattuso sulla panchina del Napoli tenendo conto di tutte le partite ufficiali: 34 Vinte – 8 Pari – 18 perse con 106 gol fatti e 69 subiti, 110 punti realizzati con una media di 1,83 punti a partita.