Consiglio comunale che si è tenuto ieri nel tardo pomeriggio in Santa Maria a Vico in via telematica per i noti problemi di sicurezza legati al covid.

Il consiglio comunale si apre con le condoglianze alle famiglie vittime di covid, il numero è salito a cinque. Il sindaco Andrea Pirozzi nelle sue consuete comunicazioni al consiglio ha diffuso dei dati che, a suo dire, fanno ben sperare visto l’alto numero di guariti, ma comunque, come ha ricordato, sempre bisogna tenere alta la guardia.

Inoltre, verranno stanziati 45.000€ per fare screening, creare una struttura sanitaria locale, un bando per infermieri. Per gli operatori del mercato settimanale sospesa la cosap, non si pagherà fino al 31.12, sospese le cartelle riguardante le tasse comunali, si potranno pagare dopo il 30 giugno. Per carità tutte cose belle, ma ci piacerebbe vedere la carte, perché di ste cose all’albo non abbiamo visto nulla e pure sulla home del sito non risulta nulla. Tra l’altro anche la convocazione di questo consiglio non è stata pubblicata all’albo.

Per le famiglie in difficoltà causa covid il comune potrà usufruire di 127.000€ e si sta operando a preparare un bando più snello di quello di qualche mese fa.

Scuole chiuse fino al 4 dicembre.

Sempre sul piano scuola raggiunto finanziamento per la “cittadella” scolastica.

Solidarietà del sindaco Pirozzi al collega Giovanni Ferrara risultato positivo al Covid.

Si è passati poi alle nomine delle varie commissioni che lasciamo al nostro lettore di visionarle direttamente al video che pubblichiamo.

Igino Nuzzo farà parte della consulta della sicurezza per la minoranza.

La variazione di bilancio passa all’unanimità, la modifica al dup invece si registra l’astensione di Cesare Piscitelli, che magari poteva anche motivarla, il consiglio è il luogo della discussione, il momento del voto è una conseguenza. Prima avvisaglia dello scricchiolio della minoranza.

Per quanto riguarda la Salvagurdia degli equilibri e variazione di bilancio stavolta Cesare Piscitelli è intervenuto chiedendo il motivo di un accensione di un mutuo e non invece di una partecipazione a un bando riguardante il credito sportivo. Pirozzi stesso ha risposto e ha detto che il comune ha partecipato ma il bando non si è ancora esaurito. Marcantonio Ferrara da capogruppo di maggioranza ha marcato il fatto che si tratta di un bilancio solido in un momento di difficoltà causa covid. Il provvedimento passa con il voto favorevole di Clelia Signoriello e l’astensione di Crisci, De Lucia e Nuzzo e voto contrario di Piscitelli. Quindi possiamo dire che la minoranza si presenta già spaccata in questi consigli.

Sul bilancio consolidato 2019 sempre spaccata la minoranza con 3 astenuti e un contrario gli stessi di cui sopra e il voto favorevole ancora di Signoriello che quindi riteniamo sia passata “politicamente” in maggioranza, almeno per come noi concepiamo i voti in consiglio.

Si passa poi alle interpellanze e mozioni.

Le interpellanze sono state presentate da Cesare Piscitelli del Movimento 5 Stelle rimandiamo anche in questo caso il nostro lettore a visionare il video.

Stessa cosa per la prima mozione presentata da Igino Nuzzo. Anche la seconda mozione è presentata da Igino Nuzzo e si è chiesto un voto del consiglio da esprimersi contro il disegno legge De Zan (legge contro l’omotransofobia), ha risposto Veronica Biondo e poi anche il capogruppo Ferrara che essendo la maggioranza un movimento civico non hanno intenzione di partecipare a un voto di carattere nazionale ed ideologico. Un po’ deludente questa mozione, capiamo la motivazione ideologica da inizio novecento ma ci aspettavamo un voto di sostegno per gli italiani ostaggi in Libia. Comunque, si è passati al voto con praticamente tutti contrari con solo il voto favorevole di Nuzzo.