Nuova ordinanza emanata ieri ad Arienzo ancora più restrittiva di quella di qualche giorno fa.

Le scuole rimarranno chiuse fino al 30.11.2020.

Il mercato settimanale sarà sospeso nelle giornate del 19 e 26 novembre.

I giorni 14-21-28 novembre dalle 14:00 è sospesa l’attività di bar. Inoltre, ogni domenica dalle 11:00 alle 14:00 sarà consentito la consumazione di ogni tipo di bevanda solo al banco e quindi divieto di far accomodare i clienti.

Il cimitero resterà aperto dalle 08:00 alle 13:00 dal 14 novembre al 30 novembre.

I residenti che circolino sul territorio comunale devono avere un’autocertificazione che dica di non dover osservare nessuna forma di quarantena.

Ci lasciano perplessi di queste nuove restrizioni quelle riguardanti i bar. Innanzitutto si parla di attività di bar e cioè noi intendiamo, non l’attività nel suo complesso, ma bensì la somministrazione di bevande ed alimenti, quindi se intendiamo bene, i bar possono rimanere aperti dopo l’orario previsto da questa ordinanza ma senza somministrare ai clienti bevande ed alimenti.

L’altra cosa che ci ha lasciato interdetti è stata la parte che obbliga i gestori di bar la domenica a servire solo al banco! Ci pare un provvedimento in contro-tendenza rispetto ai DPCM che invece obbligano i gestori a servire al tavolo e non al banco, immaginiamo che i gestori avranno un po’ di confusione in merito. Non abbiamo capito poi perché solo la domenica, immaginiamo perché c’è più affluenza e consumare al banco è di certo più rapido che accomodarsi al tavolo.

Decisioni difficili dovute a momenti altrettanto difficili, speriamo si riesca con tutti questi provvedimenti restrittivi a tutti i livelli di abbassare il livello dei positivi. Anche se ripetiamo ci piacerebbe una informazione più completa sullo stato dei positivi nei vari comuni suessolani.