Siamo all’ennesima ordinanza e, novità delle novità, siamo a un ripensamento. La cosa bella è che tale ripensamento del presidente De Luca non avviene per aver ascoltato gli operatori del settore, ma i sindaci, che evidentemente si sono lamentati di questo provvedimento.

La marcia indietro riguarda la scuola dell’infanzia 0-6 anni che quindi svolgeranno didattica in presenza.

Insomma ancora una volta il presidente di regione mostra tutti i suoi limiti, non solo nel programmare, ma anche nell’essere istintivo e non ascoltare nessuno per quello che sembra delirio di onnipotenza.

Quest’uomo va aiutato.

Ci appelliamo ai collaboratori, familiari, consiglieri, amici, insomma chi può gli dia una mano. E’ anziano, ha i suoi acciacchi, non lasciatelo solo, stategli vicino, voletegli bene.