Finalmente il sovrano della Campania dalla sua reggia di Salerno si degna di firmare l’atto che porta a conoscenza dei suoi sudditi che le scuole, inutile orpello, rimarranno chiuse per un paio di settimane, sperando che nel frattempo gli ospedali si svuotino un pochino.

Il 14 ottobre il Re aveva firmato un’ordinanza ma in quel momento le scuole non gli erano venute in mente.

Si chiudono le scuole, ma non si ampliano le corse dei mezzi pubblici. Si chiudono le scuole ma non si ritiene di far qualcosa per i posti letto in terapia intensiva.

Ricordiamo che le regioni, cancro vero di questo Paese, hanno responsabilità su sanità e scuola, quindi un fallimento del sovrano, ma meglio non dirlo o dirlo a bassa voce, che rischiamo di essere bruciati al rogo per lesa maestà divina.

Viva O’ Rre!