Esiste una serie tv abbastanza intrigante di produzione brasiliana, trasmesso anche su Netflix, dal titolo 3%. In pratica il mondo è diviso in due: una sorta di paradiso cui può accedere solo il 3% della popolazione, che vive in un mondo devastato. Per accedervi pero i candidati devono superare numerose prove fisiche e mentali.

Più o meno è quello che sta succedendo alla lista Città Domani 2.0. Troppi candidati che cercano di accedere in un posto in paradiso. Il problema lo avevamo già sollevato noi tempo addietro ma solo da qualche ora pure i giornali se ne so accorti. Le donne hanno già su fb annunciato la firma alla propria candidatura ed è curioso come nessuno degli uomini lo abbia ancora fatto. Il problema sta li.

Solo, che a differenza del telefilm, va eliminato un 3% dei contendenti.

Solo che mancano meno di 48 ore dalla presentazione delle liste ed è curioso come una lista che dovrebbe puntare a vincere non sciolga questo nodo. Fortunatamente gli avversari non ne hanno approfittato di questo momento lungo di confusione. Il Movimento 5 Stelle dopo un video iniziale con la presentazione dei candidati e delle proposte è rimasto a quel video. Fratelli d’Italia che pare sarà della partita al momento è ancora in fase di sistemazione in pratica ricerca di candidati e programma.

Pirozzi del resto non deve pensare solo a vincerle le elezioni, ma deve anche considerare di scegliere uomini e donne che gli consentano di “governare” per altri 5 anni. Siamo proprio sicuri li abbia?

Quali improbabili prove stanno affrontando i nostri eroi? A quali torture sono sottoposti pur di raggiungere l’agognato posto in lista?

Comunque siamo ben oltre al passo falso. Attendiamo oramai ci siamo, Venerdi’ si cominciano a presentare le liste e Città Domani non può’ certo arrivare al Sabato!