COMUNICATO

Siamo giunti a pochissimi giorni dalla presentazione delle liste, ho creduto fino alla fine di poter mettere in campo un progetto unitario dove insieme si poteva costruire un futuro migliore per Arienzo, dove gli effetti di una campagna elettorale fatto da due blocchi erano fini a se stessi, le divisioni si analizzavano solo da un punto di vista politico e non personale.
Secondo il mio umile parere in un paese come Arienzo tre blocchi lasciano divisioni che difficilmente si riescono a ricucire e negli anni lasceranno famiglie divise.

Girando e facendo consultazioni per poter raggiungere l’obbiettivo che mi ero prefissato ho tratto delle conclusioni, discutibili certo ed opinabili, ma sono frutto di una mia considerazione prettamente personale.
Ebbene ho visto in campo forze che sia per ambizioni personali e non hanno ostacolato tutto ciò, e poi non dimentichiamoci che queste elezioni amministrative sono influenzate fortemente dalle candidature regionali che nulla hanno a che spartire con il territorio locale.

Entrambi i tre blocchi sono espressioni di candidature regionali, i quali hanno recintato il loro terreno per poter coltivare il proprio orto.
Alla fine qualcuno vincerà le elezioni ma deve essere consapevole che lascerà un solco così profondo che nessuno colmerà, il tessuto sociale di Arienzo sarà ancora di più diviso e porterà ad un impoverimento, culturale, sociale ed economico, il Comune andrà in dissesto finanziario, fallirà, il tutto per una politica scellerata fatta dall’amministrazione precedente guidata da Davide Guida, che pur di apparire si è indebitata all’inverosimile, noi cittadini pagheremo.
Voglio ringraziare tutti quelli che in silenzio hanno sostenuto questo progetto, voglio fare gli auguri ai tre candidati a sindaco che si contendono la fascia, un solo rammarico non aver potuto realizzare questo progetto che per la verità era molto ambizioso, io amo le cose difficili, mi stimolano molto.
Un ultimo messaggio e pensiero va a quelli che mi sono stati vicino e mi hanno sostenuto, essi sin da ora sono liberi di esternare le loro aspettative senza condizionamenti, come voglio che loro non condizionano il mio operato.
Continuerò anche dopo questa campagna elettorale a perseguire il mio obbiettivo, perché credo fermamente in quello che ho messo in campo.
Un pensiero speciale ai cittadini di Arienzo, esternate le vostre idee ma essendo Arienzo fatto di gente laboriosa, umile, perbene il giorno dopo lo spoglio riabbracciatevi, unitevi solo così un popolo cresce.
Guarderò con molto interesse l’evolversi di questa campagna elettorale, curioso principalmente ma non partecipe.
Auguro a tutti ogni bene.

Tommaso Carfora