Pubblichiamo, in quanto inviatoci, l’intervento di Nicola Zimbardi nel consiglio comunali di ieri sera sempre in merito alla decadenza.

Assistiamo, caro Sindaco, ad un episodio dai risvolti insoliti. La sua incompatibilità con la carica ricoperta che stasera il Consiglio Comunale si appresta a discutere è derivata da un contenzioso creato ad hoc, che, secondo noi, anche se legittimamente corretto nella forma, ha diversi vizi sostanziali.
È estremamente legittimo volersi candidare e partecipare alle prossime elezioni regionali da parte sua ,ma nello stesso tempo è anche doveroso il rispetto delle regole. In poche parole, Sindaco, è evidente che lei è la sua maggioranza rivendicate il “diritto alla prepotenza”. È chiaro che lei e la sua maggioranza state abusando del corpo sociale, dell’istituzione ,della legge! Noi del Partito Democratico crediamo che la politica sia un’arte nobile e siamo sicuri che anche lei, come hanno fatto tanti cittadini arienzani in questi mesi passati, nei prossimi dieci giorni eliminerà questo modestissimo contenzioso e continuerà a far splendere il nome della nostra comunità come una comunità perbene e ligia alle regole!

Assistiamo, caro Sindaco, ad un episodio dai risvolti insoliti. La sua incompatibilità con la carica ricoperta che stasera il Consiglio Comunale si appresta a discutere è derivata da un contenzioso creato ad hoc, che, secondo noi, anche se legittimamente corretto nella forma, ha diversi vizi sostanziali.
È estremamente legittimo volersi candidare e partecipare alle prossime elezioni regionali da parte sua ,ma nello stesso tempo è anche doveroso il rispetto delle regole. In poche parole, Sindaco, è evidente che lei è la sua maggioranza rivendicate il “diritto alla prepotenza”. È chiaro che lei e la sua maggioranza state abusando del corpo sociale, dell’istituzione ,della legge! Noi del Partito Democratico crediamo che la politica sia un’arte nobile e siamo sicuri che anche lei, come hanno fatto tanti cittadini arienzani in questi mesi passati, nei prossimi dieci giorni eliminerà questo modestissimo contenzioso e continuerà a far splendere il nome della nostra comunità come una comunità perbene e ligia alle regole!