Ieri abbiamo analizzato seppur in maniera breve il bilancio di previsione di Cervino. Attendevamo quindi il bilancio di previsione anche di Arienzo, ma avevamo completamente dimenticato che ancora c’è da approvare il bilancio consuntivo 2019 la cui scadenza è prevista per il 30 giugno. Mentre il bilancio di previsione 2020 è posticipato al 31 Luglio.
Quindi se la giunta ha approvato il bilancio significa che tra non molto avremo anche il consiglio comunale che dovrà discutere ed approvare.

Analizzando anche in questo caso molto brevemente il consuntivo vediamo come le entrate di cassa corrente sono state di 3.270.866,74€ che hanno coperto le spese correnti che ammontano a 2.678.936,35€. Le entrate in conto capitale di 1.282.350,43€ non coprono le spese in conto capitale di 1.377.482,89€.

Abbiamo l’impressione però che il bilancio sia più ombre che luci.

Se guardiamo il documento “Verifica degli equilibri” si nota come l’equilibrio complessivo di parte corrente porta un -10.198.193,20€, cui si aggiungono i -63.347,06 di questo bilancio. Mentre l’equilibrio complessivo in parte capitale presenta un altro segno meno -77.206,07€.

Notiamo una cosa curiosa.

Facendo un confronto tra il Comune di Arienzo e quello di Cervino abbiamo notato come nel 2016 le entrate per Arienzo ammontavano a 11.283.163,50€ mentre Cervino 2.989.765,63€ ora nel 2019 Arienzo ha entrate per 7.740.608,24€ mentre Cervino 6.484.784,62€.

Come detto il problema è pero politico oltre che finanziario. Lo scorso anno sul consuntivo la minoranza non entrò in consiglio a differenza di Giuseppe Guida che però voto contro il bilancio. Vedremo pure questa volta come andrà a finire. Non si escludono sorprese.