La giunta di Cervino ha approvato il bilancio di previsione che adesso dovrà passare al vaglio del consiglio comunale.

Ricordiamo che il bilancio si compone di entrate e spese entrambi di competenza e cassa. Per competenza si intendono le entrate che l’ente ha il diritto di percepire mentre le spese le uscite che l’ente si impegna a pagare. La cassa invece indica le entrate e le spese effettive che si prevedono nell’anno.

Nel 2020 le entrate correnti di cassa sono previste in 6.140.925,21 che coprono i 3.489.106,28€ di spese correnti per quanto riguarda la cassa, mentre le entrate per competenza 2.860.611,92 che non arrivano a coprire le spese per competenza di 2.963..370,74.

Interessante notare come la voce dei tributi incida per le entrate quasi del 70%.

Volendo sommare cassa+competenza per le entrate e per le spese in conto corrente del 2020 abbiamo che le spese superano le entrate di 750.741,46€.

Ricordiamo che questa voce entrate e spese correnti sono utilizzate per pagare, tra le altre cose, gli stipendi dei dipendenti pubblici.

Le entrate in conto capitale sono previste per cassa in 32.824.468,06€ e per competenza in 32.430.984,34€, mentre le spese in conto cassa sono di 33.595.598,22€ in competenza invece di 32.496.062,74 anche in questo caso sommando tutto abbiamo che la spesa in conto capitale supra l’entrata di 836.208,56€.

Lo scorso anno le entrate furono di 6.484.784,62€ a fronte di spese pari a 6.050.368,26€.

La voce spese che pure pubblichiamo a piè pagina ci pare davvero confusionaria si mischiano cose curiose come la voce “nonno vigile” tra le spese correnti nella macroarea dei redditi da lavoro dipendente. A noi non sembra vada messo lì ma magari nella voce sociale o polizia locale. Manca una voce apposita dedicata agli amministratori ma vengono messi tutti nel calderone “acquisto beni e servizi”. Insomma andrebbe ordinato ma questo è lavoro delle opposizioni non certo il nostro.

Chiaro che questi sono freddi numeri dipende poi esattamente cosa si va a spendere e appunto qui si va a vedere la tenuta della maggioranza che non è sembrata così solida come ci si aspetterebbe.Vedremo il grado di combattività dell’opposizione.