Abbiamo trovato interessante questo post pubblicato dal consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Luciano Bernardo riguardo i pacchi consegnati dal comune in seguito alle donazioni fatte dai cittadini:

Durante la prima fase dell’emergenza Covid-19 l’Amministrazione Comunale avviò una raccolta fondi per distribuire beni di prima necessità alle famiglie più bisognose. Diversi cittadini di San Felice a Cancello con grande generosità hanno aderito a questa iniziativa consentendo di raccogliere una cifra di circa 3000 Euro. Con questi soldi l’Amministrazione ha acquistato 100 buste di derrate alimentari del valore di 30 euro ciascuna così come risulta dalla determina N. 30 del 30/04/2020.Per trasparenza abbiamo chiesto al responsabile del Settore di fornirci l’elenco delle derrate alimentari contenute in ciascuna busta, ma con nostra grande sorpresa abbiamo scoperto che questo elenco non esisteva e non era specificato neanche nella fattura, allora abbiamo invitato il responsabile a farselo inviare dal fornitore e, dopo alcuni giorni, siamo riusciti ad ottenerlo. Visto che il Comune non lo ha fatto lo pubblichiamo noi in modo tale che i cittadini che hanno fatto le donazioni possono sapere come sono stati spesi i loro soldi.

Ciò che è interessante non è tanto l’elenco dei prodotti consegnati, ma il fatto che a detta del consigliere non vi era alcun elenco nemmeno iscritto in una fattura, ecco ci sembra che questo modo di operare in termini di trasparenza sia alquanto discutibile. Ben ha fatto il M5s ha chiedere delucidazioni in merito. Certo sarebbe interessante sapere se poi nelle buste effettivamente c’era quello che è indicato nell’elenco.