Pubblichiamo questo post che abbiamo notato sulla pagina del consigliere di opposizione Luciano Bernardo del Movimento 5 Stelle. Lo facciamo perché è certamente interessante, anche se, come al solito, notiamo delle tipiche stucchevoli lamentale alla 5stelle.
Questo il post:
In questi giorni abbiamo studiato un fascicolo che è stato difficile ottenere per una certa ‘resistenza’ da parte di qualcuno che, probabilmente, non gradisce che certe cose si sappiano. Abbiamo scoperto che la società privata ALMA Immobiliare, ”senza esplicita motivazione”, spinge per la variazione del PSAI (Piano Stralcio Assetto Idrogeologico) del nostro Comune… variazione che interessa in particolare la frazione Cancello Scalo. PARE sia già da qualche anno che questa procedura viene “seguita con molto interesse e sollecitudine” da personaggi locali e PARE che questa mattina il Sindaco con la sua Giunta si appresti a sottoscrivere un documento in cui si afferma che la variazione proposta da questa società privata sia compatibile con il PUC. Da parte del Comune però non sono state effettuate verifiche proprie, non è stato approntato uno studio alternativo e scevro da ipotetici interessi privatistici. ZONE ROSSE che variano miracolosamente diventando edificabili o comunque “utilizzabili” soltanto in base a studi di un privato senza che ci sia stato mai un intervento concreto e reale, costituirebbero un pericolo per l’incolumità dei cittadini e la sicurezza del nostro territorio.
Per questo motivo e per consentire a tutta la cittadinanza di avere chiara la gravità della questione ed avere il quadro di quello che sta accadendo, auspichiamo che stamattina il Sindaco, che propagandava dai palchi ‘una nuova idea di città’, si faccia garante degli interessi di tutta la collettività non firmando nulla e affrontando la faccenda soltanto dopo tutti gli approfondimenti necessari portando a conoscenza in modo chiaro e trasparente la popolazione circa tale iniziativa.
PS: Nei prossimi giorni pubblicheremo il dossier completo.
SFAC ZONA ROSSA
Non possiamo entrare nel merito, anche se, ammesso che fosse come dice Bernardo, sarebbe grave che un’azienda privata detti la modifica delle zone rosse di un comune.
Cosa non ci piace di questo post?
Innanzitutto le accuse velate fastidiosissime come ad esempio dire che il fascicolo è stato difficile da ottenere per la “resistenza” di qualcuno. Ma insomma che modo barbaro è di dire le cose. Si faccia: Nome e cognome e si descriva brevemente o meno il motivo per cui vi è stata questa resistenza, che è grave, in quanto i consiglieri comunali devono avere accesso a tutti gli atti comunali. Se non si fa così sono accuse che minano le professionalità del comune di San Felice a Cancello.
Poi si continua con il fatto che personaggi politici locali spingano per questa modifica, ancora: Nomi e cognomi! Dove stanno? Chi sono questi personaggi politici? Cancello Scalo esprime anche politici che non sono del M5s che sono delle persone perbene, capiamo che è difficile per i 5stelle pensare che qualche politico che non sia della loro setta possa essere perbene ma è così, ecco perché sarebbe il caso se si lanciano accuse non farle velatamente ma esplicitamente.
Ripetiamo, se effettivamente si arriva al cambio della zona rossa senza un intervento degli uffici tecnici comunali ma solo recependo sic et sempliciter uno “studio” di una società privata è un fatto pure secondo noi grave e anomalo, ma noi almeno attendiamo una pubblicazione ufficiale non essendo consiglieri e non avendo la possibilità di avere i documenti comunali.
Quindi se la giunta ha approvato è un fatto se no è un altro, non si può dire PARE. Questa è la classica cultura del sospetto tipicamente genetica dei 5stelle che poi come abbiamo visto se sono colpiti i loro adepti tutto è lecito, mentre tutti gli altri sono certamente colpevoli.
Attendiamo a questo punto il dossier completo e repetita juvant: se davvero si avrà una modifica delle zone rosse su proposta privata e senza nemmeno un intervento degli uffici tecnici comunali è grave e diamo ragione su questo a Bernardo.