Dobbiamo fare una piccola considerazione politica riguardo al comunicato emanato ieri da parte dell’opposizione.

Prima di tutto pero’ una premessa: si va allargando il fronte anti amministrazione inerente la gestione dei buoni spesa. Se tra i primi comunicati la firma era di Vincenzo Crisci e Francesco Crisci ’81, ora, via via fino all’ultimo comunicato pubblicato ieri, oltre ai due già menzionati si aggiungono le firme dell’altro Francesco Crisci, Domenico Cangiano e Teresa Medici. 

Mancano all’appello le firme di Giuseppe Guida e Nicola Zimbardi.

Se la prima assenza è nota, Guida vuole rimanere distinto e distante da un gruppo che ha come punto di riferimento Alfonso Piscitelli, la seconda assenza che capiamo meno.

Il Partito Democratico arienzano ha una sua identità anche forte a livello locale quindi pericolo di un “controllo” del consigliere regionale non lo vediamo. Rimane fortemente critico il partito su alcune questione, ci riferiamo alle “assunzioni” poi ritirate dal comune per alcune figure professionali.

La politica dei due forni? Questo lo diciamo per entrambi. Non lo sappiamo per certo, ma prima o poi, bisognerà presentare questo bilancio di previsione e in quel caso i nodi politici arriveranno tutti al pettine.