Ci occupiamo oggi della situazione dell’avanzamento del Coronavirus in Europa e anche in alcune regioni del pianeta.

coronavirus

Cominciamo dalla Francia, che vede in quest’ultima settimana un incremento giornaliero del 3% di media, quindi la chiusura adottata il 17 marzo sta cominciando a farsi sentire, ad ieri i positivi totali sono arrivati a toccare i 108.000, mentre i decessi sono il 16%! Se vogliamo fare un paragone con il nostro Paese, i decessi sono il 13% dei casi totali, l’incremento giornaliero è del 2% di media circa.

La Spagna, che è il paese Europeo più colpito, abbiamo un incremento giornaliero del 3%, i casi totali hanno toccato quota 186.000 e i decessi si attestano intorno al 10%.

Il Belgio non sta andando benissimo in quanto l’incremento giornaliero dell’ultima settimana risulta essere un 5%, i casi positivi totali sono quasi 35.000, mentre la mortalità si aggira intorno al 14%.

L’Olanda, che è da ascrivere ai tanti paesi che hanno sottovalutato la portata del virus, si viaggia ad un incremento giornaliero del 5% arrivando a quasi 30.000 contagiati totali con una mortalità dell’11%.

In Germania siamo a 130.000 positivi totali il dato della mortalità è molto basso che è meno del 3%, questo ha portato a delle critiche come se i tedeschi stessero “imbrogliando” manco stessimo facendo un gioco da tavola. Invece la Germania al netto del tipo di conteggio sulla mortalità del Coronavirus è un paese virtuoso e basta vedere il conto impressionante dei guariti, ma questo lo vedremo più avanti.

L’Inghilterra, paese che più di tutti è in ritardo nel contenimento del virus, anzi il governo era pure favorevole alla sua diffusione, si ritrova con un incremento giornaliero del 7% i positivi totali hanno superato quota 100.000 e una mortalità del 13%, con anche il primo ministro che se l’è vista brutta passando parecchi giorni in terapia intensiva.

La Russia di Putin, nonostante in Italia da parte dell’opinione pubblica il dittatore è visto come esempio da seguire con le sue spacconate raccontate più dalle Fake che dalla realtà, è il peggior paese riguardo l’incremento giornaliero che va a 15%, fortunatamente la mortalità è ancora bassa meno dell’1% ma anche questa in un sensibile aumento. Avevamo pronosticato che con un abbassarsi delle temperature anche la Russia avrebbe pagato il prezzo è sta avvenendo, noi speriamo comunque che la mortalità si tenga davvero bassa.

Nei paesi della UE si è superato il milione di contagiati totali con una mortalità del 9%.

Gli Usa sono il paese più colpito al mondo con ben 664.880 positivi totali con una mortalità del 4%, lo stato più colpito è quello di New York con un terzo dei positivi totali e dei morti, ha fatto scalpore qualche giorno fa vedere tante bare seppellite in una fossa comune. Altro paese questo che ha decisamente sottovalutato il problema.

In Africa ci preoccupa la situazione del Marocco che in un giorno è balzato ad un +13% di incremento arrivando a toccare quota 2.283 con una mortalità intorno al 5%

Stesso discorso per l’Algeria i numeri sono simili al Marocco ma la mortalità è del 15%.

In Asia è la Corea del Sud ad avere statistiche straordinarie, altro che Cina, tra l’altro è un paese dalla trasparenza assoluta, ebbene dal 5 Aprile la Corea fa segnare un incremento del 00%, che attenzione non significa 0 contagiati, ma significa che i contagiati si contano sulle dita di una mano così come i decessi che vanno in media tipo 3 al giorno, i guariti sono il 73%! Per capirci sull’efficienza del governo e dei suoi abitanti: dal 7 Marzo la Corea viaggia con un incremento giornaliero dell’1% di media. In 6 settimane i positivi totali sono passati da 7.000 a 10.000, appena 3.000 in più.

Ma il dato importante sono i guariti. Questo dato, a nostro avviso, ci aiuta a capire chi ha gestito meglio o sta gestendo meglio questa pandemia.

Teniamo presente che la media mondiale dei guariti è del 25%, la media dei guariti della UE è del 27%.

Non prendiamo in riferimento tutti i paesi ma solo quelli più importanti

In Italia nonostante gli Ascierto, i Galli, chi piscia più lontano tra nord e sud, i farmaci miracolosi … le guarigioni si attestano intorno al 23%.

In Francia siamo al 30%; in Spagna siamo al 40%, Belgio 21%; Germania 59%!

Senza sminuire il grande lavoro dei medici, il problema è di sistema: la sanità divisa per 20 regioni ha fallito miseramente e così il sistema lombardo del favorire il privato rispetto al pubblico. Invece di accusare la Germania di chissà quali nefandezze si pigliasse esempio che è tra i paesi al mondo più capaci ad affrontare questa crisi a livello sanitario.

I dati sono stati estrapolati dal sito Eficiens.com