Erano giorni che si chiedeva al governo un intervento massiccio riguardo gli aiuti concreti ai cittadini in termini economici, visto che, oramai a tre settimane di isolamento forzato, comincia a sentirsi la problematica economica.

alimentazione-e-riparto-del-fondo-di-solidarieta-comunale-2015-i-dati-definitiv

I comuni, ma anche privati cittadini organizzatisi in comitati, hanno cercato di supplire al problema creando una raccolta fondi.

Il governo ha dato una risposta, efficace o meno è difficile dirlo, ma non si può dire che non s’è fatto nulla, quindi ha predisposto tutto un piano in merito all’assegnazione di soldi da far arrivare ai comuni e si spera da parte nostra senza troppi lacciuoli burocratici, ma che siano facilmente ed immediatamente utilizzabili.

Intanto pubblichiamo tutto il Dpcm che ha stabilito questi fondi: http://www.governo.it/it/articolo/sostegno-ai-comuni-firmato-il-dpcm-del-28-marzo/14392

Questi i soldi che dovrebbero arrivare in Valle di Suessola:

  • Arienzo: 522.887,06€
  • Cervino: 611.711,28€
  • San Felice a Cancello: 1.780.786,64€
  • Santa Maria a Vico: 670.600,68€

Per un totale quindi di: 3.585.985,66€!

L’incognita però è capire se l’intervento governativo sia finito qui oppure ne seguirà un altro di tale entità, teniamo conto che si parla anche di Aprile, non si sa se tutto o in parte. Noi siamo dell’idea che bisognerebbe prolungare la quarantena fino a tutto Aprile e in questo mese pensare a come poter poi ritornare alla “normalità” convivendo con questo virus fino a che non vengano messi a punto cure e soprattutto vaccini.

NEL PROSSIMO ARTICOLO: L’ORDINANZA DELLA PROTEZIONE CIVILE PER LA SOLIDARIETA’ ALIMENTARE CON I DATI COMUNE PER COMUNE.