Continua questo stucchevole battibecco tra maggioranza ed opposizione sul consiglio comunale annullato.

SONY DSC

In pratica il presidente del consiglio comunale Martuccio Serino dalle pagine di un giornale on line accusa la minoranza di non aver voluto sedersi e parlare del Coronavirus. Dimenticando di aggiungere che vi erano altri punti non urgenti come addirittura l’approvazione di un ragolamento!

Ci pare davvero assurdo, anche perché poi si rincara la dose sulla pagina Fb dell’Amministrazione e si è bacchettata la minoranza in quanto a detta della maggioranza potevano: fare il consiglio, parlare del primo punto sul coronavirus e poi lasciare il consiglio. Questo il livello di democrazia della maggioranza a Cervino: a parlare parliamo assieme, ma a decidere possiamo farlo da soli, voi minoranza non servite.

Le opposizioni sono il sale di una democrazia, non qualcosa di fastidioso. Anche i consiglieri di minoranza sono eletti dal popolo ed il popolo rappresentano, non solo la loro parte che li ha votati ma tutto il popolo di Cervino al pari dei consiglieri di maggioranza. Avallare cio’ che improvvidamente è stato scritto sulla pagina ufficiale fb dell’amministrazione è di una gravità inaudita.

Poi non si capisce quale sia allora il motivo dell’annullamento. Se tutto era dal punto di vista della sicurezza rispettato, tutto era urgente e necessario, perché è stato annullato? Andava questo punto fatto o almeno rinviato a data da destinarsi magari, ma non annullato!

In questo momento bisognerebbe essere uniti e non pensare a queste diatribe, che visto il momento sembrano surreali.