Notizia di ieri, ma ha ricevuto un certo eco, è quella del sindaco di San Felice a Cancello -Giovanni Ferrara– che ha parcheggiato male la sua auto nei pressi del comune.

P

Un fatto interessante vuoi, perché la cosa è stata subito ripresa da un cittadino, con tanto d video e parrebbe dall’angolazione di quel video girato in auto che il “regista” non fosse proprio parcheggiato correttamente, ma non è questo punto. Il punto è che un sindaco deve stare attento in queste cose, l’allora sindaco di Roma Ignazio Marino per aver parcheggiato la sua panda in un posto non consono è stato portato alle dimissioni, certo non solo per quello, ma anche per quello.

Nel Paese del fa quello che dico io, ma no fare quello che faccio io,  un sindaco che rappresenta le istituzioni e il diritto, pare strano, ma nell’immaginario comune è così, deve stare attento a queste cose, per l’immagine che dà di sé.

Detto questo ci paiono curiosi i commenti di alcuni cittadini su Fb, di solidarietà per aver parcheggiato “malamente” l’auto. Anche questo è un segnale di vicinanza della popolazione che è interessante da un punto di vista di marketing politico, ma saremmo curiosi di sapere se le reazioni di quei cittadini sarebbero state le stesse se a “sospendere il codice della strada” fosse stato un onorevole, un ministro. Apriti cielo, secondo noi.

Comunque bene ha fatto il sindaco a scusarsi per l’accaduto: Chiedo scusa per eventuali disagi creati ai pedoni per il “parcheggio” della mia auto nelle adiacenze del Comune, doveva essere una sosta di pochi secondi ma si è protratta per qualche minuto perché sono stato trattenuto da un imprevisto.

Noi è chiaro che condanniamo il gesto del sindaco, legalità sempre, pure quando è difficile trovare un parcheggio, anche perché presumiamo che un sindaco abbia un posto riservato nei pressi della casa comunale, se non è così meglio provvedere, ma non possiamo non essere solidali per la foto e il video con tanto di targa visibile in un primo momento e solo successivamente parzialmente “imbiancata”.