Ce la volevamo pigliare proprio di festa oggi visto i bagordi e le cene luculliane che ci hanno investito in questi giorni, ma proprio non possiamo non scrivere.

botti.jpg

Dunque il caso di cui ci occupiamo ci viene da Arienzo, come forse il nostro Lettore ha notato nei gruppi fb ove abbiamo postato il nostro articolo sui botti, facendo notare che in Valle di Suessola solo San Felice a Cancello ha emesso un ordinanza di divieto di sparare i botti, è apparsa la risposta del gruppo fb ArienzoèTua DavideSindaco che postava un’ordinanza analoga. Un po’ come a dire eh caro blogger ti sei perso questo nostro provvedimento.

Ora, che dire, cioè ben venga l’ordinanza, ma è stata scritta il giorno 30 dicembre! Essendo cattivi potremmo dire che il sindaco Davide Guida ha letto il nostro articolo e si sarà detto Orsù facciamo una bella ordinanza analoga a quella di San Felice!

Il bello poi che è stata pubblicata all‘albo pretorio il 31 dicembre! Avendo noi pubblicato l’articolo il 30 dicembre mai avremmo potuto vederla.

In pratica il cittadino ligio alle leggi ha costatato che non vi erano ordinanze di divieto dei fuochi e li ha comprati per poi buttare tutto il giorno della vigilia di Capodanno! Ovviamente si fa per dire, ste ordinanze come abbiamo detto nel precedente articolo non servono praticamente a niente se non si aggiunge il divieto assoluto di vendita.

Ah la cosa poi risibile è che pure un’ordinanza retroattiva e cioè il divieto parte dal giorno 29 dicembre! Quindi un giorno prima che sia stata scritta e ben due giorni prima della pubblicazione!

Cominciamo bene, ma proprio bene.