Le nostre rubriche attuali e cioè quelle sulla situazione nazionale, la vera storia del sud e il cinema, sperando di aggiungere qualche altra, riprenderanno il 19 Gennaio.


Ancora tutto un giorno per votare, Giuseppe Guida rimane avanti di molto, poi Giovanni Ferrara e Orlando Savino a contendersi il secondo posto. VOTA:
https://pungiglioneblog.com/2019/12/24/vota-la-persona-dellanno-2019/ 


Girando per l’albo pretorio dei vari comuni della Valle di Suessola non abbiamo trovato alcun tipo di divieto di ordinanza di divieto dell’uso dei botti e petardi se non l’ordinanza n°41 di Giovanni Ferrara che ha vietato l’uso dei botti su tutto il territorio comunale.

Da un lato spiace che ben tre comuni della Valle di Suessola non hanno la benché minima sensibilità al riguardo di un problema grave che non è solo la paura che i botti scaturiscono negli animali, anzi se vogliamo questo è il meno, ma il problema è che i botti e petardi fanno saltare le dita in aria sono pericolosi, sopratutto quelli che vengono raccolti il giorno dopo inesplosi, purtroppo esistono episodi di cronaca nera con morti giovanissimi anche in Valle di Suessola. Dovremmo anche parlare poi dei metalli e polvere sottili che vengono prodotti in quantità industriali in una sola notte, poi ci riempiamo la bocca con la terra dei fuochi, i giovani morti per cancro e via discorrendo.

Dall’altro lato ci sta poi il problema di farla rispettare un’ordinanza del genere e praticamente rischia di essere un provvedimento ipocrita, in quanto sarebbe meglio vietare proprio la vendita di qualsiasi prodotto esplodente. Senza se e senza ma. Però diciamo bravo al sindaco Giovanni Ferrara perché meglio avercela comunque un’ordinanza del genere che non avercela.

Ci raccomandiamo al nostro lettore, lasciate stare i botti, aprite una bottiglia di spumante in più, mbriacatevi, ma non vi fate male.