Consiglio comunale alquanto breve appena un ora che si è tenuto ieri a Santa Maria a Vico. Ovviamente ci soffermiamo sui punti che ci hanno destato maggiore interesse. Un assente per parte: Bernardo opposizione, Masiello maggioranza.

E si comincia subito con i complimenti del sindaco Pirozzi al suo ex vice sindaco Pasquale Crisci per la elezione al consiglio provinciale, auguri cui ci associamo.

Nelle comunicazioni del sindaco che abbiamo trovato più interessanti il sindaco Pirozzi ha informato consiglieri e cittadinanza sull’aggiudicazione della gara d’appalto messa in sicurezza Leopardi.

Carmine De Lucia 78 ha letto una dichiarazione di adesione ad Italia Viva dicendo che non trattasi di un partito contro il PD, beh che dire nel suo caso una bella novità.

Sulla variazione di bilancio il delegato Michele Nuzzo tra i vari elementi ha elencato uno interessante e cioè la contrazione di un mutuo che va a sommarsi ad altra precedenta somma fino ad arrivare 700 mila euro e che riguarda l’adeguamento sismico del Leopardi. Mutuo contratto per 30 anni con tasso al 2%. Il consiglio approva con 10 favorevoli, 2 contrari (per santamaria) 2 astenuti (De Lucia, Sgambato). Grazie al cameraman per averci illustrato il voto.

Finalmente l’unione dei comuni, dice bene il sindaco quando utilizza l’avverbio “Finalmente”, effettivamente era tanto, troppo tempo che si attendeva un atto del genere. Interessante il passaggio che riguarda San Felice proprio su questo punto visto che il comune rischia di sciogliersi per la mozione di sfiducia, il sindaco ha auspicato si riesca a votare lo statuto dell’unione dei comuni prima di prendere una qualsiasi definitiva decisione.

Di Cecco pure porta San Felice in consiglio con un discorso inaccettabile per noi, sostenere che siccome San felice è in difficoltà rischia Santa Maria a portare sulle spalle il peso di questo organismo. Inaccettabile! L’unione dei comuni serve proprio per aiutare quei comuni che da soli sono in difficoltà, mettiamo il trasporto scolastico che è difficile per un singolo comune assolverlo, ma magari assieme si riesce a farlo. Poi le criticità si superano, magari anche con la solidarietà tra i comuni e quindi tra i cittadini. Peccato non vi sia stata l’unanimità con 12 favorevoli maggioranza -pd- svoltiamo ecc. ecc. e 2 astenuti -persantamaria.

Per quanto ci riguarda un giorno storico da ricordare con tanto di targa.

Sul regolamento delle spese di rappresentanza ha illustrato l’assessore Lidia Pascarella il consiglio ha approvato all’unanimità.

Altro regolamento riguardante le attività commerciali ha illustrato l’assessore Marcantonio Ferrara, anche questo passaggio passa all’unanimità.

Anche l’assessore Giuseppe Nuzzo ha illustrato il regolamento sulla detenzione dei cani , passa all’unanimità.

Poi il via ai debiti fuori bilancio.

Insomma un consiglio importante con tanti regolamenti approvati ma lo ripetiamo un passo enorme è stato fatto sull’unione dei comuni.