Proprio stamani parlavamo della confusione che aleggia sovrana nel comune di Arienzo.

E’ di notizia di qualche minuto fa che l’assessore Francesco Crisci ha rimesso nelle mani del sindaco Davide Guida la delega i lavori pubblici. La motivazione addotta è quella di non essere stato interpellato nelle decisioni inerenti la sua delega né oggi né quando era consigliere.

remissione delega frfancesco crisci.jpg

Non volendo entrare nel merito, pero’ magari dovrebbe essere l’assessore quello che stimola la giunta ed il consiglio su questioni inerenti la propria delega e non essere stimolato. A meno che Francesco Crisci non intenda dire che in comune si facevano le cose alle sue spalle e allora sarebbere interessante sapere cosa.

Rimessione di delega che dobbiamo dire ci lascia perplessi per due motivi: uno di forma e uno di sostanza.

Riguardo alla forma della rimessione pare sia stata indirizzata solo ai consiglieri comunali quando bon-ton, visto che lo Statuto non prevede una forma particolare di remissione, andava indirizzata al sindaco in primis, al presidente del consiglio comunale e poi ai consiglieri comunali. Anche perché per assurdo il sindaco non è formalmente a conoscenza della volontà di Francesco Crisci.

La sostanza è il fatto curioso che Francesco Crisci ha si’ rimesso la delega ma non si è dimesso dalla carica di assessore, lasciando quindi al sindaco Guida la palla se fare una riassegnazione di deleghe e tenere quindi in squadra Crisci, se revocargli l’incarico di assessore con tutti i problemi che comporta trovare una sostituzione in merito, oppure azzerare tutto e fare un rimpasto. Comunque la si vede per il sindaco è nera.


ERRATA CORRIGE: dunque il documento in questa foto è stato tagliato in modo tale da omettere il sindaco tra i destinatari; quindi il sindaco Davide Guida è ufficialmente a conoscenza della rimessione della delega da parte di Francesco Crisci, attendiamo sviluppi.