Ringraziamo Giuseppe Guida per la gentilezza e cortesia nel risponderci, anche se in alcuni punti è più ai colleghi di opposizione la risposta.

Lo ringraziamo anche per aver apprezzato la nostra ironia.
Questi i punti che descrivono la giornata di ieri dal punto di vista di Giuseppe Guida:

1) ieri non ho mandato giustifica al comune perché era in programma, dopo diverse assenze, di andare. Quindi non sono quello del colpo di scena al 90 minuto.
2) I colleghi della presunta opposizione, tra l’altro firmatari di una interrogazione consiliare, non possono chiedermi di andare via all’ultimo secondo. Anche queste cose si programmano e si concordano, probabilmente colui che oggi muove i loro figli come marionette gli ha detto di non avere rapporti con me e ne sono felice.
3) prevedendo tutto ciò prima di aprire i punti all’ordine del giorno, ho fatto una dichiarazione dove evidenziavo e facevo notare il perché della mia presenza. Il senso civico ci impone di partecipare e discutere in consiglio ribadendo la mia opposizione a questa amministrazione.
L’arroganza di qualche presunto oppositore del momento non mi sfiora, ma le mie idee non li faccio manipolare da nessuno se altri sono abituati a farlo non è un problema mio. Vista l’interrogazione circa la scuola era interessante sapere e discutere e invece cosa fanno scappano e non partecipano ad un consiglio dove il giorno dopo sarebbero bastati 5 consiglieri per farlo.
4) Sulle opere pubbliche il sottoscritto ha votato favorevolmente come giusto che sia, mentre sul bilancio ho votato naturalmente contro.
5) mi meraviglia invece del consigliere neo entrato che ha fatto ferro e fuochi per entrare e perde la prima occasione per fare valere le sue ragioni in consiglio.


nerolo