mit

Non c’è pace a quanto pare per il piano traffico ad Arienzo.

Il sindaco Davide Guida ha dovuto annullare l’ordinanza del giugno 2018 con cui istituiva delle fasce orarie per regolare il senso unico di Via Roma che fu istituito nel Novembre del 2017.

A portare questa decisione è stato un ricorso presentato ci pare dai consiglieri di opposizione Cangiano e Medici al Ministero dei Trasporti.

Il Ministero in verità ha fatto protocollare la sua decisione, diciamo così, nel giugno di quest’anno. La motivazione è che queste fasce orarie per regolare il senso unico presentano delle criticità in termini di sicurezza stradale. Non sappiamo esattamente come questo avviene in quanto non abbiamo a disposizione la decisione del Ministero, ma tant’è questo è stato deciso.

Il sindaco quindi ha dovuto accogliere tale decisione.

Quando fu adottata l’ordinanza che istituiva le fasce orarie per il senso unico la motivazione portata e che questo avrebbe consentito l’agevole raggiungimento del centro. Quindi ora questo raggiungimento agevole scompare. Anche perché non sembra sia stata adottata una diversa soluzione.

Tra l’altro ci spiace ritornarci sempre sopra, ma non possiamo farci nulla, ma la strada interessata e cioè Via Roma è proprio quella oggetto della mozione del Partito Democratico che ha creato poi tra le tante conseguenze il rimpasto in giunta.

La mozione prevedeva il ripristino del doppio senso tra Piazza Valletta e Corso Europa e l’inversione del senso di marcia da Via Caudarola fino a Piazza Lettieri. Ovviamente non solo.

Adesso vedremo come reagiranno i cittadini a questo mutamento e se il piano traffico sarà a questo punto nuovamente modificato.


 

Annunci