logo_plastic-free.png

Ci ha molto sorpreso la notizia che abbiamo trovato all’albo pretorio e che anche qualche giornale on line ha riportato. Il comune di San Felice a Cancello tramite ordinanza dal 1 Ottobre 2019 sarà libero dalla plastica.

Ci pare un’ottima notizia che mette San Felice a Cancello all’avanguardia tra i comuni italiani, visto che poi non sono tanti, anche se il numero degli enti che stanno adottando ordinanze del genere stanno aumentando di giorno in giorno.

Andando nello specifico l’ordinanza del sindaco Ferrara si rivolge agli esercenti delle attività commerciali che potranno vendere cotton fioc, posate, piatti, bicchieri e sacchetti monouso solo se biodegradabili. Quindi gli esercizi commerciali, i bar, le mense aziendali e scolastiche non potranno più utilizzare i prodotti monouso di cui sopra in plastica.

L’ordinanza entrerà in vigore il 1 Ottobre del 2019 per consentire agli operatori commerciali di smaltire i materiali in plastica già acquistati.

Ai trasgressori sarà comminata una sanzione che va da 25€ a 500€ addirittura in caso di reiterazione si può arrivare anche alla sospensione dell’attività. 

Non è chiaro se per trasgressori si intende anche il cittadino che a quella data acquista il prodotto in plastica, sembrerebbe di no, ma sarebbe il caso di rendere anche il cittadino responsabile.

Ci ripetiamo non possiamo non plaudire a tale iniziativa, che certamente comporterà un qualche disagio all’inizio, ma è un po’ come quando vi fu il divieto di fumare nei luoghi pubblici al chiuso, ci furono mugugni all’inizio, proteste anche veementi noi ne fummo testimoni in un paio di occasioni, ma se si è seri nell’applicazione tutti ne traggono un vantaggio e si creano costumi nuovi, infatti i fumatori di oggi sono ben consapevoli che al chiuso non si fuma e se ne vanno all’aperto senza tante storie.

Il comune di San Felice a Cancello con questa ordinanza se ben osservata ottiene in un colpo un modo per rendere la differenziata più semplice da fare e quindi crescere in percentuale ulteriormente.

Staremo a vedere.

Forse in futuro ci torneremo su questo argomento, ma sia chiaro questo tipo di ordinanza non serve a salvare il pianeta, il quale non ha certo bisogno di essere salvato da noi, esisteva prima di noi essere umani e continuerà ad esistere anche dopo, se ne fotte altamente.

Qua si tratta di salvare noi stessi.


 

Annunci