L'Acquajolo

Dobbiamo una risposta al Sindaco di Arienzo dopo la nota che ieri ci ha inviato. Innanzitutto lo ringraziamo per la nota in quanto è sempre scopo di questo blog creare una sana discussione, altrimenti non sarebbe nemmeno da considerarsi blog, ma poi è in questo modo utile anche al nostro lettore comprendere meglio ciò che accade o accadrà nel proprio comune.

Detto questo vogliamo assicurare il sindaco Guida del fatto che lo “svisceramento” dei comunicati, o sezionamento, come un ex addetto stampa di un comune suessolano ci diceva in tono accusatorio, lo facciamo con tutti. Senza andare troppo indietro nel tempo anche il comunicato della percentuale di raccolta differenziata del comune di Santa Maria ha subito tale processo. I comunicati sono uno spunto di lavoro e di domande con conseguenti risposte, capiamo però le critiche rivolteci in tal senso in quanto i giornali on line pubblicano così com’è e ci si aspetta che questo sia il modus. Ma sono i giornalisti on line e non a dover essere biasimati.

Il sindaco poi ci dice che per quanto riguarda il polo scolastico la regione ha rimodulato gli importi. Era proprio una delle nostre domande che ci veniva leggendo il comunicato, quindi il sindaco ci conferma che la regione nel 2018 aveva dato al comune 7.150.000€ e nel 2019 ha ridotto l’elargizione a 6.070.000€. L’esultanza è dovuta a cosa quindi? Ah si si è ancora primi in graduatoria, meno male!

Riguardo la strada si è vero ci siamo confusi pensavamo che i soldi erogati dalla regione fossero i soldi recuperati dalla Cassa depositi e prestiti e infatti sembravano tanti. Ma non cambia molto la cosa in quanto l’allargamento è a carico della collettività sebbene utilizzando i residui della Cdp, e va benissimo sia chiaro, ma a quanto ammontano? Strano non siano stati quantificati visto che ci si vanta di essere stati bravi. Avevamo posto pure un’altra domanda e cioè questo accertamento e diverso utilizzo dei residui dei mutui quando è stato iniziato?

Non abbiamo capito a quali inesattezze si riferisce il sindaco visto che abbiamo posto delle domande, semmai lo sono le parziali risposte.

Poi ancora sta storia del contattare, sindaco lo diciamo a lei come a tutti, noi non chiamiamo nessuno, se vogliamo sapere se l’acqua è fresca non lo chiediamo all’acquaiolo ma l’assaggiamo direttamente.

Pure questa storia dell’obiettività, non sappiamo quante volte dobbiamo dirlo, noi non siamo obiettivi, non ci è possibile esserlo, noi parteggiamo per la nostra visione delle cose e della società e in particolar modo dei quattro comuni della Valle di Suessola, che per noi, per motivi familiari, di amicizia, d’amori giovanili e meno giovanili, di crescita personale, di passione storica e artistica, consideriamo tutti e quattro casa nostra. Non ci interessa dare la notizia, lo facciano i giornali, noi siamo blogger e in quanto tale diamo opinioni utilizzando le notizie. Aggratis.

E non ci interessa manco se veniamo letti o meno, scriviamo per un’esigenza che ci viene dentro e non possiamo tacere, e proviamo a dare il nostro contributo in questo modo e qualche volta ci riusciamo pure.


 

Annunci