Beh pensavamo che le nubi del dissapore fossero oramai sgombre sopra il cielo dell’amministrazione santamariana ma dobbiamo decisamente ricrederci.

Infatti la notizia più importante venuta fuori dal consiglio comunale di ieri è la dichiarazione di indipendenza dei consiglieri comunali Masiello e dell’assessore Giuseppe Nuzzo.

Una costituzione di un nuovo gruppo consiliare chiamato “Coerenza e Lealtà” i cui componenti sono Masiello e l’assessore Nuzzo, capogruppo lo stesso Masiello. Gruppo che si separa da Città Domani ma che comunque fa parte della maggioranza.

Si è creato subito un problema di regolamento in quanto si ritene che il gruppo non può costituirsi in quanto in base allo statuto al massimo si può far parte del gruppo misto. 

Ancora una volta l’art.20 entra in scena in consiglio comunale e ancora una volta con tutta la sua forza anticostituzionale. Non capiamo come sia possibile che i consiglieri non si mettano a modificarlo. Insomma ci sono dei consiglieri che vogliono costituire un gruppo e non possono farlo! E’ anticostituzionale! Addirittura in base all’art.20 se un solo consigliere si vuol separare da un gruppo ed entrare nel misto gli è impedito. Anche questo è anticostituzionale! Addirittura la Sgambato che è espressione di un gruppo e cioè il Partito Democratico le viene impedito di costituire un suo gruppo, come lo Statuto secondo noi le consente. Partito poi di espressione nazionale!

E tutto ciò che è stato fatto fino a mo? Niente si è scherzato.

Tutto questo è successo in quanto si verificò la situazione di Ad Maiora di cui all’epoca lo stesso presidente del consiglio comunale faceva parte. Ci meravigliamo che proprio il presidente Iadaresta non senta la necessità di apportare una seria modifica a quest’articolo che sta creando un sacco di disagi nella prosecuzione dei lavori.

A prescindere però dallo Statuto aumenta la confusione del fatto che questo distinguo non è politicamente chiaro, cioè Masiello e Nuzzo state creando un gruppo distinto ma prendete le deleghe? Nuzzo poi continua ad essere ancora assessore? Ok abbiamo capito che sposate il programma, ma allora la problematica qual è? Non è chiaro. E sempre su questo punto siamo più d’accordo con Carmine De Lucia e non con Di Cecco, il primo chiedeva appunto che il sindaco, o qualcuno, spiegasse meglio questi distinguo politici.

L’intervento di Michele Nuzzo ci spiace, non lo riportiamo in quanto lo si trova in rete, ma continua ancor di più a convincerci ad essere incostituzionale tutto l’art.20. Giuseppe Nuzzo invece secondo noi ha posto un giusto criterio e cioè il segretario precedente aveva dato una interpretazione che aveva fatto nascere il consiglio in un determinato modo il nuovo segretario ha dato un’altra interpretazione che ha stravolto il tutto. Secondo noi dovrebbe essere il consiglio stesso a porre fine a questo scempio modificando questo pessimo articolo.

Poi a noi c’è venuto un dubbio in merito: ma Anna Cioffi continua ad essere “indipendente”?

Ci fermiamo qui il consiglio comunale di Santa Maria a Vico è andato poi avanti e proveremo a sviscerarlo nei prossimi giorni.


 

 

Annunci